We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Longobucco (Cosenza) - Celebrazione Festa Repubblica, il Sindaco: "Lavoro impegno prioritario"


di FRANCESCO MADEO - La nascita, 67 anni fa, della Repubblica Italiana è stata ricordata anche a Longobucco con una celebrazione presso il monumento dei caduti, costruito con le pietre provenienti dal monte Carso, in memoria dei caduti di tutte le guerre. Nell’occasione il sindaco Luigi Stasi ha ricordato l’appello del Presidente della Repubblica che in questi giorni di preparazione della festa ha indirizzando accorati appelli al governo ed alle componenti politiche, sottolineato l’importanza dell’articolo uno della costituzione, che l’ Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro. “Oggi la questione lavoro –ha dichiarato il primo cittadino- rischia di mettere in gioco tutti gli altri fattori che consentono di vivere dignitosamente e di consolidare la convivenza democratica. La mancanza di lavoro sta creando situazioni incresciose sta causando episodi impressionanti sta generando egoismi e sfiducia sta in poche parole pregiudicando il benessere, la prosperità e la stessa dignità dei cittadini. Certo in questo momento di profonda e dura crisi non è semplice individuare ed adottare misure che consentano nell’ immediato la ripresa e la crescita. Bisogna fare i conti con un debito pubblico esorbitante ridurre sprechi e speculazioni per attuare una politica che sostenga i redditi delle famiglie e del mondo del lavoro. Il governo dunque –ha ancora detto Luigi Stasi- soprattutto in momenti così difficili deve seguire alla lettera quelli che sono i valori della nostra carta costituzionale che è nata ricordiamo proprio in un momento in cui il Paese rischiava di perdersi nella disperazione e nella miseria. Allora i nostri padri costituenti guardando al futuro seppero indicare il cammino da seguire in maniera chiara e semplice. Eppure le contingenze del momento potevano fuorviare lo spirito di ricostruzione e di rinascita che animava i protagonisti della Resistenza e della lotta partigiana. Allora bisognava ritrovare una unità, un’ idea comune di stato e di nazione superare le divisioni e le diversità ideologiche, rimboccarsi  le maniche e lavorare per il bene del paese. Con tutti i limiti che la storia ha annotato – ha ancora dichiarato- riuscirono nell’ impresa di dare all’ Italia sofferente un sollievo duraturo che ci ha consentito di competere con le altre nazioni su qualsiasi piano. Con quello spirito e quella determinazione dobbiamo oggi far fronte ai problemi che ci attanagliano. E dobbiamo convincerci –ha terminato il sindaco- che l’ Italia ce la farà ad uscire da questa crisi con l’ impegno e la disponibilità di tutti. Viva la Repubblica, viva la Costituzione”.

di Francesco Madeo | 05/06/2013

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it