We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Un ponte d’amore e di solidarietà da Rossano a Parigi attraversando Reggio Calabria


di PIER EMILIO ACRI - L’amico Danilo Ferigo, personaggio a tutti noto per il di lui decennale impegno che profonde nel volontariato, mi ha fornito una notizia che mi inorgoglisce. Così me l’ha ha comunicata il buon Danilo:” Caro Pier Emilio, quando mi hanno dato questa notizia, ti assicuro che ho pianto, perché per una creatura di un solo anno di vita e per i suoi genitori è arrivato forse il momento di incominciare a sorridere”. E il buon Danilo ha proseguito in tal guisa:” Ho pianto perché in quel bimbo di un anno che doveva sicuramente morire, si è posato un raggio di sole ritrovando la luce; ho pianto perché Colui che ci guarda dall'alto, nella sua grande misericordia ha messo ogni tassello al suo posto ridonando la vita a chi la stava perdendo e anche tu, caro Pier Emilio, sei uno di questi tasselli perché con la tua mente ed il tuo cuore riuscirai a sensibilizzare molte mamme nell'arte del dono ed essere sensibili non vuol dire essere deboli ma avere un cuore che batte più forte degli altri”. Non potevo non dare risalto alla meravigliosa notizia che mi inorgoglisce come persona umana e come calabrese e che in appresso, cari lettori di “IonioNotizie”, sarà da me riportata con l’invito alle future mamme di farci sopra un “pensierino”. “ Da una vita nasce una speranza!” E’ questa la Mission della “Calabria Cord Blood Bank”, come ci fa sapere la carissima Dott.ssa Giulia Pucci, dirigente medico, è   l’unica “Banca” pubblica autorizzata dalla Regione Calabria, nata nel 2006, per raccogliere, conservare e rilasciare cellule staminali cordonali prelevate nel momento più bello della vita di una mamma. Nel luglio 2012 è stato prelevato a Rossano dalla dott.ssa  Carmelina Russo, in simbiosi con i collaboratori del gruppo del primario Dott. Giuseppe Pranteda, il sangue cordonale di una mamma (S.L.) che ha espresso la propria volontà di donarlo gratuitamente per chi è in attesa di trapianto, dimostrando grande sensibilità e amore. Iniziava così il “viaggio” della sacca raccolta, che dopo essere stato valutata dalla Dott.ssa M. Teresa Bua del Servizio Trasfusionale del “Giannettasio” di Rossano, giungeva presso il Presidio “Morelli” dell'Azienda Ospedaliera “Bianchi-Melacrino-Morelli” di Reggio Calabria, sede della “Banca”, grazie alla preziosa collaborazione e disponibilità del Presidente dell’AVO Regionale, Danilo Ferigo. La sacca  risultava perfettamente compatibile con un piccolo paziente, di un solo anno di vita ed oggi è pronta per raggiungere Parigi e per essere trapiantata con l’obiettivo di dare a questo bimbo una possibilità in più di guarire. La “Calabria Cord Blood Bank”, come sottolinea che possiede i requisiti necessari per cedere unità di sangue cordonale ai fini di trapianto ematopoietico nell’ambito dei circuiti internazionali, è così al 10° rilascio a favore di giovani pazienti europei e statunitensi, affetti da leucemia o altre malattie ematologiche. La Calabria Cord Blood Bank fa parte della rete di 19 banche italiane denominata Italian Cord Blood Network, coordinata dal Centro Nazionale Trapianti e Centro Nazionale Sangue. A livello regionale opera nell’ambito della Struttura Regionale di Coordinamento - Centro Regionale Sangue in collaborazione col Centro Regionale Trapianti. La “Calabria Cord Blood Bank” che promuove la donazione e la raccolta del sangue da cordone ombelicale finalizzate al trapianto ematopoietico, grazie al network di collaborazione con i tanti professionisti di varie discipline, da un contributo alla rete trapiantologica internazionale. In sintesi, le cellule prelevate dal cordone ombelicale nei 15 punti nascita regionali, adeguatamente formati dalla Banca, giungono al Laboratorio dell’Ospedale Morelli, e dopo attenta valutazione qualitativa e quantitativa sono congelate. Dopo un ulteriore controllo eseguito sulla madre a 6/12 mesi dal parto, le unità cordonali sono rese immediatamente disponibili per i Centri Trapianto mondiali, per i pazienti in lista d’attesa, poiché rispettano i requisiti previsti dagli standard nazionali ed internazionali (numero elevato di cellule staminali e studio di compatibilità di altissimo livello). Un “grazie” alle tante Associazioni di volontariato che si spendono per diffondere la cultura della donazione e per sostenere le varie attività della Calabria Cord Blood Bank: dall’Associazione ADISCO Calabria e GADCO Calabria specifiche di settore, all’Associazione Scienza e Vita, “Alfredo Saiardi”, Croce Verde e Itaca di CS, AVO Calabria e AVIS di CZ. La donazione del sangue cordonale è un gesto di grande solidarietà, di crescita civile e di elevato valore sociale. Un gesto sicuro e gratuito che non comporta alcun pericolo per la mamma e per il bambino e che, ad oggi, rappresenta l’unico modo efficace per salvare tante vite umane!  

di Redazione | 24/05/2013

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it