We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Longobucco (Cosenza) - Strada Sila - Mare, opposizione consiliare contro-replica alla Comunità montana


di FRANCESCO MADEO - Botta e risposta fra tra l’opposizione consiliare di Longobucco e la Comunità montana. Il gruppo di opposizione risponde duramente, al comunicato emesso ieri dai rappresentanti istituzionali dell’ente, circa i ritardi accumulati sulla realizzazione dell’importante arteria di collegamento Mare-Sila. “Un ente istituzionale – scrive l’opposizione - si scaglia contro una forza politica di opposizione “rea” solo, di aver incontrato il Direttore dei Lavori e l’Impresa, alla luce del sole, “senza aver chiesto prima il permesso”. Frasi – scrive il gruppo consiliare - che dimostrano la pochezza politica dei rappresentanti di questo ente. “Non è stato perso neanche un minuto!” Affermano il Presidente e l’assessore ai Lavori Pubblici. Ma di cosa parlano? A seguito dell’alluvione del 2009 (4 anni fa), con tanto di verbali firmati davanti al Prefetto, ai sindacati, al Sindaco e ai giovani del Comitato Civico, era stato stabilito e promesso nel massimo di tre mesi il periodo necessario per il completamento dei lavori e adesso… siamo a 4 anni!”. Il gruppo di opposizione poi chiede:  Quando si scrive, come fa la C.M.: “in considerazione, soprattutto, di quanto ereditato”, a cosa si riferisce? Circa l’attribuirsi i meriti dell’ottenimento dei finanziamenti necessari per il completamento dei lavori del IV° lotto, della strada, l’opposizione afferma che “Questi se mai sono stati concessi dalla Regione, assessorato Lavori Pubblici, per il tenace e continuo intervento di rappresentanti delle forze politiche che facevano capo alla nostra coalizione Per Longobucco centro e Frazioni. Le altre sono solo parole. Se “E’ interesse della C.M., per la responsabilità assunta nei confronti della popolazione del comprensorio e dell’Amministrazione del Comune di Longobucco, facente parte della Comunità Montana, arrivare ad una rapida conclusione dei lavori”, figuratevi quale interesse ha la popolazione e le maestranze di veder finalmente realizzato almeno il primo tratto di strada. Ci si invita a “non creare ulteriori problemi che non vanno sicuramente nella direzione giusta per la realizzazione della strada e di collaborare assieme all’Amministrazione comunale”. Ribadiamo che l’incapacità politica e amministrativa e l’assenza e il silenzio dell’amministrazione comunale di Longobucco, aggravano le tante problematiche in corso. E ancora: “E’ intenzione dell’Assessore ai LL.PP. Giovanni Pirillo e del Presidente della Comunità Montana Gennaro Nicoletti, convocare a Longobucco un incontro tra tutti i soggetti interessati, per fornire maggiori dettagli sullo stato dell’opera e assumere decisioni condivise per l’ultimazione dei lavori finanziati? Bla, bla, bla. Parole che sentiamo da oltre venti anni, è il momento di dire basta, siamo disponibili solo ad una grande mobilitazione che produca il completamento immediato dei lavori e l’individuazione delle responsabilità pregresse.  A chi ci accusa di incontri per tutelare quattro amici –termina il comunicato del gruppo di opposizione- ribadiamo che per noi anche un solo posto di lavoro è sacro e lo difenderemo fino alla fine.  

di Francesco Madeo | 15/05/2013

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it