We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Longobucco (Cosenza) - Strada Sila - Mare, Comunità montana e Comune: "I ritardi non sono colpa nostra"


di FRANCESCO MADEO - “E’doveroso precisare che non è stato perso neanche un minuto di tempo nel proseguire l’iter tecnico-amministrativo per l’esecuzione e la realizzazione dell’arteria stradale. Il lavoro svolto dal nuovo Ente, in meno di due anni, è sotto gli occhi di tutti, in considerazione, soprattutto, di quanto ereditato”. Rispondono così, il Presidente della Comunità Montana Destra Crati-Sila Greca e l’assessore ai Lavori Pubblici, (quale ente concessionario della costruenda strada Sila-Mare in quanto subentrante alla disciolta Comunità Montana Sila Greca), in merito alle dichiarazioni e alle accuse prodotte dal gruppo di opposizione a firma del capogruppo Eugenio Celestino, circa il ritardo sui lavori di costruzione della Strada Sila-Mare. “A questo Ente –è scritto nel comunicato- non può essere addebitato alcun ritardo. Anzi il forte interessamento di questa Amministrazione e della Regione Calabria, ha consentito di ottenere il finanziamento di 5.400.000,00 euro necessario per il completamento dei lavori del IV° lotto, I° stralcio della strada che per ragione d’urgenza, sono in corso di esecuzione. A proposito dell’innesto alla SS/177 presso il bivio di Ortiano –sottolinea la nota- che garantirà la percorrenza del tratto già realizzato, ha presentato, oggettivamente, delle difficoltà di natura tecnica-organizzativa e a oggi, dopo numerosi approfondimenti con l’Anas, l’impresa e la Direzione dei Lavori, si è riusciti a trovare la soluzione al problema, sottoscrivendo l’opportuna Convenzione (nr CZ12/199) trasmessa a questo Ente ed acquisita agli atti il 17.04.2013 prot. nr 416, garantita da polizza assicurativa a carico della Comunità Montana per la realizzazione dell’innesto, E’ interesse di questo Ente, - precisa la nota della Comunità Montana - per la responsabilità assunta nei confronti della popolazione del comprensorio e dell’Amministrazione del Comune di Longobucco, facente parte della Comunità Montana, arrivare ad una rapida conclusione dei lavori. E’ doveroso precisare, altresì, che l’arteria stradale, nel settembre del 2009, è stata seriamente danneggiata da un evento alluvionale per il quale è stato riconosciuto lo stato di calamità naturale. Di conseguenza per i “ritardi” lamentati dal capogruppo Celestino, c’è da tenere conto sia del ripristino delle opere danneggiate che delle opere complementari di sistemazione idraulica rese necessarie per la regimazione delle acque del Trionto. Questo Ente - spiegano il Presidente e l’assessore dell’ente montano- non è a conoscenza né tanto meno ha autorizzato sia l’Impresa che la Direzione dei Lavori, a incontri sul cantiere anche in maniera informale con il sig. Celestino. Pertanto sarebbe opportuno che anche la minoranza del Comune di Longobucco si adoperasse a collaborare con questo Ente, al fine di non creare ulteriori problemi che non vanno sicuramente nella direzione giusta per la realizzazione della strada e di collaborare assieme all’Amministrazione comunale. E’ intenzione dell’Assessore ai LL.PP. Giovanni Pirillo e del Presidente della Comunità Montana Gennaro Nicoletti –termina il comunicato- nei prossimi giorni, convocare a Longobucco un incontro tra tutti i soggetti interessati, per fornire maggiori dettagli sullo stato dell’opera e assumere decisioni condivise per l’ultimazione dei lavori finanziati”.  

di Francesco Madeo | 14/05/2013

Pubblicità


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it