We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - L’opposizione è scesa in piazza contro <<il degrado ambientale, l’oppressione e il malgoverno dell’Amministrazione Aiello>>


di ANTONIO IAPICHINO - L’opposizione è scesa in piazza. Stavolta ha scelto i metodi tradizionali per comunicare con i cittadini: l’agorà. Il luogo di riferimento della comunità. E’ stata organizzata un’azione <<contro>> - si leggeva testualmente nei manifesti che pubblicizzavano l’evento <<il degrado ambientale, l’oppressione e il malgoverno dell’Amministrazione Aiello>>. L’iniziativa è stata organizzata dal Pdl cittadino e sponsorizzata dal Movimento civico “La Svolta”, Circolo Nuova Italia e gruppo consiliare “Insieme per governare”. Argomento clou <<la grave situazione ambientale con particolare attenzione all’imballaggio dei rifiuti solidi urbani>>. Nella centralissima piazza Dante di a Mirto sono intervenuti i consiglieri comunali Serafino Forciniti e Antonio Russo (nella foto). Il primo, ex assessore all’Ambiente dell’amministrazione Russo, ha stigmatizzato con forza il “metodo Aiello per fronteggiare l’emergenza rifiuti <<che sta provocando un vero e proprio disastro ambientale e danni alla salute dei cittadini. Il sindaco Aiello non poteva non sapere>>, ha sostenuto Forciniti, <<che con la compattazione e imballaggio dei rifiuti si verificassero conseguenze dannose per l’ambiente e anche per i cittadini>>. E ancora: <<il percolato che sta fuoriuscendo dalle balle lasciate incustodite in mezzo alle strade va a finire nel terreno e nei canali di scolo delle acque provocando danni enormi>>. Il capogruppo in Consiglio comunale, ed ex sindaco, Antonio Russo,  ha messo in evidenza la grave situazione dell’emergenza rifiuti in tutta la Calabria <<ma la cosa più grave è il sistema utilizzato dal sindaco Aiello nell’affrontare l’emergenza, che con la sua idea ha aggravato pesantemente la situazione igienico-sanitaria. Questo metodo di imballare i rifiuti>>, ha sottolineato Russo <<è costato finora ai cittadini  all’incirca 40 mila euro e peserà ancora molto di più alle casse comunali, lo spostamento, lo smaltimento e la bonifica delle strade e dei terreni>>. Ha parlato delle ricadute negative, anche, di carattere economico: <<In tanti dopo aver visto questo scempio non verranno a Mirto per trascorrere le prossime vacanze estive. Il  degrado ambientale ha raggiunto livelli insopportabili per i cittadini che si vedono costretti a evitare di camminare per le strade dove sono state stoccate le balle di rifiuti e a non usufruire degli spazi verdi del lungomare  abbandonati e pieni di sporcizia>>. Un’altra critica di Russo ha riguardato <<la situazione delle strade comunali piene di buche che costituiscono pericolo alla sicurezza dei cittadini>>. L’avvocato Russo, infine, ha fatto cenno alla situazione finanziaria  e in particolare ha criticato <<la scelta dell’amministrazione Aiello di aver aderito, in una delle ultime sedute del Consiglio comunale,  alla procedura di riequilibrio finanziario pluriennale che prevede la concessione di anticipazioni agli enti locali in situazioni di squilibrio finanziario e a restituirli in forma rateale e in cui il Comune si è impegnato per i prossimi dieci anni a ripianare, tra l’altro, anche il disavanzo di circa 2 milioni di euro venuto fuori dal consuntivo 2012.  Questo debito  – ha  aggiunto l’ex sindaco Russo  - deriva per la maggior parte dal mancato incasso dei residui attivi che  l’amministrazione Aiello ha contribuito a farli andare in prescrizione. 

di Redazione | 07/05/2013

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it