We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - L’Ufficio missionario diocesano accoglie e promuove l’iniziativa della Focisiv “Abbiamo riso per una cosa seria”


Con la sensibilità del Padre Arcivescovo, mons. Santo Marcianò, in sintonia con l’Ufficio missionario diocesano, guidato dal direttore don Giuseppe Ruffo, i membri della Commissione del suddetto Ufficio hanno accolto con gioia l’iniziativa della Focisiv (volontari nel mondo) “Abbiamo riso per una cosa seria”. Tale iniziativa sostiene progetti di diritto al cibo e sovranità alimentare, intesa come diritto di ognuno di poter scegliere come e cosa produrre. I progetti sono rivolti a bambini che soffrono di mal nutrizione e vivono in condizioni igienico sanitarie pessime. Non basta assicurare il sostegno delle popolazioni più povere per garantire lo sviluppo ma è necessario che la sovranità alimentare diventi un diritto condiviso da tutti, ed è per la sua affermazione che la Focisiv lavora da oltre 40 anni. Pertanto il 4 e 5 maggio prossimi l’Ufficio missionario diocesano sarà presente in alcune parrocchie della Diocesi per sostenere la tale iniziativa; i punti di riferimento sono: SABATO 4 Maggio CORIGLIANO: Parrocchia SS.  Leone e Nicola ore 19.00 ROSSANO: Parrocchia S. Giuseppe ore18.30   DOMENICA 5 Maggio CORIGLIANO: Parrocchia Maria SS. delle Grazie ore 18.00 ROSSANO: Parrocchia S. Teresa ore 11.00 MIRTO: Parrocchia S. Giovanni Battista ore 10.00 – 18.00 Parrocchia S. Francesco d’Assisi ore 11.00

di Redazione | 02/05/2013

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it