We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cosenza (Cosenza) - Coldiretti avvia il progetto coltiva la salute: campagna di prevenzione e sicurezza nelle imprese agricole


Si avvierà oggi il Progetto “Coltiva la salute” - iniziativa promossa da Coldiretti Cosenza e rivolta a circa 80 giovani imprenditori agricoli - la prima campagna di informazione a carattere nazionale nel settore agricolo che parla della sicurezza in termini di cultura della prevenzione. L’iniziativa – afferma Salvatore Loffreda, direttore provinciale Coldiretti – si inserisce nel Progetto per il Paese di Coldiretti “Una Filiera Agricola tutta Italiana” progetto che pone alla base di un nuovo modello di agricoltura i valori della trasparenza e della responsabilità. Una agricoltura –  continua Loffreda – che tende a coniugare gli interessi delle imprese agricole con quelli collettivi della società e dei consumatori, attraverso la valorizzazione della istintività e della qualità dei prodotti e che non può che costruirsi su imprese agricole in cui le persone possano lavorare in condizioni di benessere. L’iniziativa, progettata e pianificata da Inipa in collaborazione con Giovani Impresa, coordinata dall’Area Organizzazione Coldiretti e finanziata dal Ministero del Lavoro, - riferisce testualmente una nota di col diretti Cosenza - prevede la realizzazione di una Campagna di sensibilizzazione rivolta a giovani imprenditori per la promozione di una Cultura della Prevenzione della Salute e della Sicurezza sul Lavoro in Agricoltura. Gli obiettivi della Campagna è far crescere il valore della sicurezza nella Cultura dell’impresa agricola, dichiara Pietro Tarasi presidente provinciale Coldiretti, saldando la tutela dell’imprenditore e del lavoratore agricolo con la tutela del consumatore,e, più in generale,con tutti gli altri aspetti di una nuova agricoltura multifunzionale  territorialmente sostenibile. Attraverso gli incontri territoriali, Coltiva la salute intende contribuire a consolidare una Cultura della Prevenzione della Sicurezza nelle imprese Agricole sottolineando il: valore e attenzione per la “qualità della vita per sé e per gli altri”; valore “economico” per l’impresa (prevenzione costi della non sicurezza, marketing della qualità aziendale, vantaggi per la condizionalità, accesso a finanziamenti); rapporto di “fiducia reciproca con le istituzioni” e i soggetti addetti al controllo ed al monitoraggio delle aziende e al presidio dei territori. Una cultura della sicurezza così intesa, costituisce fattore di competitività per le imprese della filiera agricola tutta italiana. La campagna, per la provincia di Cosenza, prevede la partecipazione dei giovani imprenditori a due incontri : il primo incontro che si svolgerà a Cosenza c/o la sala riunioni della federazione provinciale, nei giorni 8-9-10-11 giugno, avrà l’obiettivo di diffondere la cultura della prevenzione e della sicurezza in agricoltura e condividerne il grande valore etico, economico e sociale. il secondo incontro che si svolgerà a San Marco Argentano, c/o l’Az. Agrituristica Il Feudo, vedrà il coinvolgimento dei principali attori istituzionali quali ASL, INAIL e VVFF, con i quali sarà possibile confrontarsi su quanto è stato già fatto e come proseguire, insieme, condividendo un impegno comune per la sicurezza in agricoltura. Durante gli incontri gli imprenditori potranno avvicinarsi al tema della sicurezza e prevenzione attraverso presentazioni, filmati, interviste ad imprenditori, testimonianze di operatori, dibattiti e confronti con gli operatori sociali.

di Redazione | 08/06/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it