We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Precari, anticipati altri 110mila euro. Antoniotti: situazione ormai al limite


Precari comunali, l’Amministrazione Antoniotti, tra numerosi sacrifici di cassa, è riuscita ad anticipare altre 110mila euro per le spettanze salariali di febbraio. Versato acconto di 10mila euro anche per operatori del verde pubblico. Il Sindaco: Ora serve grande senso di responsabilità da parte di tutti, lavoratori in primis affinché capiscano gli enormi sforzi che stiamo affrontando per garantire loro le mensilità. Il Governo e la Regione capiscano che non è più possibile sostenere questi sacrifici economici e si determinino a trasferire le spettanze dovute ai comuni.   È quanto fa sapere lo stesso Primo cittadino che stamani, mercoledì 27 marzo, ha incontrato nella Sala giunta la delegazione dei lavoratori del verde pubblico ed una rappresentanza degli operatori LSU-Lpu in organico al municipio.   Io sto facendo quanto è umanamente possibile per garantire le spettanze dovute ai lavoratori – ha detto il sindaco Antoniotti – ma questo è davvero l’ultimo sforzo che abbiamo potuto fare. Il nostro comune rischia il dissesto e questa Amministrazione sta operando in modo da evitare quella che sarebbe una sciagura per l’intera comunità. Stiamo onorando tantissimi debiti del passato che porterò a conoscenza di tutti i cittadini, difficili da gestire e aggravati dalla mancanza di trasferimenti da parte del Governo centrale. Per anticipare gli stipendi di Lsu ed Lpu, per l’ennesima volta dallo scorso ottobre, siamo stati costretti a fare salti mortali, raschiando letteralmente le casse del comune. Purtroppo, però, ho notato che anche questi sacrifici non sono stati apprezzati da qualche precario che continua ad inveire, attraverso i social network ed in modo inopportuno, contro questo Esecutivo e contro le Istituzioni, con metodi istigatori e diffamatori. Forse – ha ribadito il Primo cittadino rivolgendosi agli operatori – qualcuno dimentica cosa sta succedendo da diversi mesi a questa parte in altri comuni, anche molto vicini al nostro, dove Lsu ed Lpu continuano ad avanzare diverse mensilità da parte della Regione. Probabilmente non si capisce l’alto senso di responsabilità dimostrato dal sindaco di Rossano in questa particolare vicenda. Un esempio, questo, che dovrebbero seguire anche gli stessi lavoratori e soprattutto alcune rappresentanze sindacali. In questo clima di forte crisi, è necessaria una profonda presa di coscienza da parte di tutti perché le continue contrapposizioni non partoriranno nulla di positivo. Ognuno metta mano alla propria coscienza – ha ammonito il Sindaco - perché se è vero che il pubblico è insolvente nei confronti dei lavoratori è pur vero che qualcuno di loro non assolve pienamente alle mansioni che gli sono state affidate.   Faccio un appello al Governo centrale e alla Regione Calabria – conclude Antoniotti -  affinché prendano a cuore lo stato precario e di indigenza nel quale versano i comuni. Urge che i trasferimenti dovuti, dal gettito delle diverse imposte per finire alla risoluzione degli anticipi di cassa, vengano elargiti nel più breve tempo possibile. Rossano, oggi, rischia di aderire al pre-dissesto proprio per le inadempienze delle istituzioni sovra comunali e questo è diabolico e inaccettabile. Io finché ce la farò, fino a quando avrò forza, continuerò a governare questa interminabile emergenza; ma non si tiri troppo la corda perché ognuno di noi è costretto, poi, ad arrendersi di fronte ad ostacoli insormontabili che turbano la serenità della persona.

di Redazione | 29/03/2013

Pubblicità

10 aprile decennale IonioNotizie.it vendesi tavolo da disegno studio sociologia buona pasqua ionionotizie bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano Affittasi appartamento Via Nazionale (banner 300x170)


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it