We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Marsala (Trapani) - Marsala European Wine City, successo per il gala di apertura con Cristian Ricci e il Coro lirico siciliano


Si è svolta sabato scorso la serata di inaugurazione delle celebrazioni per "Marsala Città Europea del Vino 2013", alla presenza dei vertici della Regione Siciliana, della Rete Europea delle Città del Vino (Recevin) e del sindaco della cittadina in provincia di Trapani Giulia Adamo. Il gala ha avuto inizio con la proiezione dello spot ufficiale tratto in buona parte dal film "All'ombra del carrubo" di Giancarlo Montesano, con Enzo Campisi e Nadia Rosolia, musiche di Andrea Ferrante e fotografia di Rosario Neri. Subito dopo hanno preso la parola le autorità presenti, con in testa in sindaco della città. Assente per motivi di salute (un forte mal di schiena) il Presidente della Regione Rosario Crocetta, “sostituito” per l'occasione dallo stato maggiore della Regione Siciliana. Ampia e circostanziata la presentazione degli importanti ospiti convenuti, che hanno avuto parole di lode per lo splendido territorio e la calorosa accoglienza e, immancabile, il brindisi e la consegna alle autorità del nettare di Bacco che per Marsala ha certamente avuto uno speciale occhio di riguardo. Al termine della presentazione ha avuto inizio il concerto lirico denominato, opportunamente, “Libiam ne' lieti calici” come il famoso concertato che fa da cornice alla nota scena del brindisi de “La Traviata” di Giuseppe Verdi (del quale, tra l'altro, proprio quest'anno ricorre il bicentenario della nascita). Sul palcoscenico, con la impeccabile e corretta presentazione di Federica Morello, il Tenore Cristian Ricci e i vincitori del Concorso Pertile – Martinelli, i soprani Alisa Katroshi, Boy Huy Yao e il baritono Giovanni Di Mare, accompagnati dal Coro Lirico Siciliano e dal pianista Leonardo Andreotti, che hanno dato vita a una serata molto gradevole salutata dal folto pubblico presente in sala (oltre mille persone) con numerosi applausi a scena aperta. Il tenore Cristian Ricci, già Direttore Artistico della Stagione Concertistica di Marsala, è dotato di una voce dal timbro squillante e sicuro: ha affrontato egregiamente arie molto famose e amate come “E lucevan le stelle” tratta da Tosca di Puccini, “Nessun Dorma”, (Turandot, sempre di Giacomo Puccini) portata alla ribalta mondiale dal compianto “tenorissimo” Luciano Pavarotti e, naturalmente, il Brindisi (La Traviata), riscuotendo applausi e consensi. Il soprano Alisa Katroshi ha interpretato, invece, la magnifica preghiera “La Vergine degli Angeli” (La Forza del Destino di Verdi) con voce sicura e morbida, anche se forse avrebbe potuto alleggerire alcune parti un po' troppo spinte. Boy Huy Yao, soprano lirico dal timbro scintillante, ha cantato “Sul fil d'un soffio eteseo”, aria di Nannetta (Falstaff di Verdi), con una certa capacità dinamica e con sufficiente espressività. Giovanni Di Mare è stato capace di spaziare tra repertori molto differenti, cantando “Udite, udite, o rustici” (L'Elisir d'amore di Donizetti) da vero caratterista e “Di Provenza il mare, il suol” (La Traviata di Verdi) con trasporto e sentimento. Il Coro Lirico Siciliano ha accompagnato i solisti nelle arie, duetti e concertati descritti ed è stato esso stesso protagonista ne “Gli Arredi Festivi”, “Va' pensiero, sull'ali dorate” (Nabucco di Verdi) e il finale della Turandot di Giacomo Puccini: “O sole, vita, eternità” (scritto in effetti da Franco Alfano su appunti dello stesso Puccini), che è stato eseguito subito dopo Nessun Dorma e che ha fatto alzare in piedi tutta la sala. Il coro, formato da voci di qualità, si è distinto per la capacità dinamica (pianissimi in Va', pensiero e ne La Vergine degli Angeli, ampi e robusti forti ne Gli Arredi Festivi) e per l'espressività curata. Bella e sentita l'esecuzione del famosissimo Va' pensiero di Nabucco, morbido e corposo il timbro delle sezioni maschili ne La Vergine degli Angeli, Ricchezza di armonici nella bella pagina Gli Arredi Festivi, sempre di Nabucco. La preparazione del coro è firmata dal M° Francesco Costa che ha anche diretto il concerto con accuratezza e passionalità, riuscendo, coadiuvato dal capace ed espressivo pianista Leonardo Andreotti, a esaltare gli “accenti” più nascosti delle partiture eseguite.

di Redazione | 21/03/2013

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it