We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Vibo Valentia (Vibo Valentia) - Volley, Macerata mura l’assalto giallorosso al sesto posto


Sfuma l’obiettivo più ambito per la Tonno Callipo Vibo Valentia che puntava, contro Macerata, all’accesso diretto ai quarti play off. La formazione calabrese perde in un sol colpo anche due posizioni in classifica, in virtù dei risultati maturati sugli altri campi e di un migliore coefficiente punti di Latina e Castellana. La fase post season si apre così nella peggiore posizione possibile e la squadra di Blengini dovrà vedersela con Castellana Grotte, ottava classificata, già questo mercoledì. Il verdetto arriva al termine di una bella e concitata partita giocata di fronte all’entusiasmante cornice di pubblico del PalaValentia, con le tribune gremite in ogni ordine di posto. La gara è un’altalena di emozioni con la Tonno Callipo determinata e sicura di sé che domina il primo parziale spingendo in battuta e coprendo con grande attenzione gli assalti ospiti. I parziali vedono Vibo sempre in vantaggio con Macerata che riesce a mettere il naso solo una volta nel corso del set, sul 14-13, e i giallorossi che conquistano ben 7 palle set chiudendo grazie all’errore in battuta di Stankovic. Nel secondo set le parti si invertono ed è la Lube a spingere in battuta con Savani e a prevalere a muro (saranno 16 i block biancorossi a fine gara), riuscendo a rimettere i conti in parità. Nel terzo set si lotta su ogni palla, Macerata parte con più verve ma la Callipo non demorde e rientra guadagnando 4 punti di vantaggio e portandosi sul 19-15. Da lì in poi la Lube risale in cattedra e piazza un parziale di 4 punti conducendo fino al set point e ai vantaggi dove la lunga fase di cambio palla si sblocca grazie all’acuto di Savani (Mvp del match) che risolve in battuta. Sull’onda dell’entusiasmo Macerata spinge per i tre punti nel quarto finale e si porta da subito sul 5-1. La Tonno Callipo prova a rientrare ma il vantaggio dei marchigiani rimane invariato anche al secondo time out tecnico. Vibo con coraggio si riporta sotto fino al -1 ma nel finale è monologo Lube con Vibo Valentia che paga i troppi errori diretti e si deve arrendere sul 25-19.             La partita. Macerata in campo con Travica, Zaytsev, Stankovic, Pajenk, Savani, Kovar, Henno libero. Coach Blengini schiera in partenza Coscione, Klapwijk, Buti, Barone, Badawy, Urnaut, Farina libero.             Primo set. Partenza sprint di Vibo che trova il 3-1 sul lungolinea di Klapwijk e il 5-3 grazie l’appoggio lungo di Travica. Il regista ospite accorcia di seconda sul 5-6. Vibo ancora in vantaggio al primo time out tecnico con il mani e fuori di Badawy che vale l’8-6. Zaytsev mette a terra la diagonale del 7-9 ma Barone risponde col primo tempo che vale il 10-7 Vibo. Pajenk sorprende la difesa giallorossa per il 10-12 ma Urnaut guadagna l’immediato cambio palla con il colpo del 13-10. Due ace di Savani e un muro di Pajenk portano Macerata a +1 (14-13) quando Blengini chiama time out. Urnaut rimette i conti in parità e rimette davanti Vibo sul 15-14 e il vantaggio raddoppia al secondo time out tecnico con l’attacco out di Zaytsev. Al rientro ancora Urnaut trova due ace consecutivi e Vibo va a +4. Barone spinge sull’acceleratore per il 20-16 sul quale Giuliani ferma il gioco. Badawy sfonda in pipe per il 22-17 e l’attacco a rete di Savani vale il 23-17 per Vibo sul quale Giuliani chiede nuovamente time out. Il set point arriva con il primo tempo vincente di Barone e con 7 palle utili per Vibo. Stankovic manda a rete dai nove metri ed è 25-18 Vibo.             Secondo set. Savani a muro su Klapwijk per il 3-1 macerata in avvio di parziale. Macerata si fa valere ancora a muro con due block consecutivi che portano lo score sul 6-2 sul quale Blengini chiama time out. Macerata ancora in vantaggio al primo riposo tecnico sull’8-3. Stankovic tiene a distanza Vibo sul 10-5 e Urnaut prova a ricucire per il 6-10. Klapwijk fermato ancora dal muro biancorosso quando arriva l’ace di Zaytsev e macerata doppia Vibo (14-7). Blengini inserisce Kaliberda per Badawy ma arriva un altro ace di Savani e le squadre vanno al secondo riposo tecnico sul 16-8 per la Lube. Barone infila il colpo del 10-17 e Urnuat trova il break dell’11-17. La Tonno Callipo non molla la presa e accorcia fino al 14-19 sul quale Giuliani chiama time out. Zaytsev ritrova il cambio palla sul 20-15 e Vibo resta in palla con Kaliberda (17-21). Svani è implacabile dai nove metri e la Lube sul 23-17. Arriva finalmente anche il primo muro di Vibo: lo firma Coscione e vale il 18-23. Macerata al punto set sul 24-18  chiude zaytsev 25-19.             Terzo set. C’è Kooy in campo per Macerata al posto di Kovar, mentre Blengini tiene in campo Kaliberda. Botta e risposta al centro tra Pajenk e Buti per il 4-5 Vibo, poi Klapwijk trova il colpo del pareggio. Barone porta Vibo davanti sul 7-6 e l’attacco a rete di Savani mantiene Vibo in vantaggio anche al primo risposo tecnico (8-7). Sull’ace di Savani arriva il pareggio dell’11-11 ma con Buti a muro Vibo ritorna davanti (13-11). Kooy attacca out e Giuliani chiama time out. È di Barone il punto del 16-12 al secondo time out tecnico. Urnaut non sbaglia e Giuliani interrompe nuovamente il gioco sul 18-14. Barone sfonda al centro per il 19-15 ma Klapwijk attacca out consegnando il turno di battuta a Macerata. La Lube piazza un parziale di 4-0 e il pareggio arriva dai nove metri con la battuta vincente di Zaytsev. Botta e risposta a muro ed è nuovamente parità (22-22). Stankovic rimette davanti la Lube 23-22 ma Vibo non demorde e riagguanta il pari. Klapwijk manda a rete il servizio che vale la prima palla set Lube annullata subito da Barone che riagguanta il 24-24. Savani attacca out e questa volta è Vibo a conquistare il set point. Cambio palla continuo fino alla doppia fischiata a Buti e al 28-27 Lube. Savani risolve direttamente dai nove metri e Macerata conquista il 2-1.             Quarto set. Rientra Badawy per Kaliberda nelle fila giallorosse ma Macerata sull’onda del set precedente parte forte e spinge sul 4-1 con Blengini che ferma il gioco. Vibo ritrova il punto con Badawy per il 2-5. Macerata allunga ancora portandosi sull’8-3 al primo riposo tecnico. Klapwijk accorcia per il 6-9 di Vibo ma Zaytsev piazza il colpo ad effetto che vale il 12-7. Klapwijk chiude il decimo punto per Vibo e Urnaut gli fa eco firmando il 12-14. Non va a buon fine l’attacco di Urnaut e Macerata è a +4 al secondo time out tecnico. Tonno Callipo a muro e con Badawy prova la rimonta riportandosi a -1 sul 17-18. Sul nuovo allungo di Macerata (20-17) Blengini chiama time out. La Callipo spreca troppo in attacco e la Lube ne approfitta portandosi sul 23-17. La palla match per Macerata arriva sull’errore in battuta di Marcello Forni mentre il punto decisivo arriva ancora una volta a muro sul 25-19.   Gianlorenzo Blengini (allenatore Tonno Callipo Vibo Valentia): “Quando la battuta riesce come è riuscita a Macerata, soprattutto il secondo e il terzo set, è davvero molto dura contrastarla, non solo per i punti diretti ma anche per il fatto che riuscendo a mantenere la nostra palla staccata da rete ci costringono poi a giocare contro il loro muro. Noi abbiamo subito molto nel secondo set e non siamo riusciti a sfruttare un paio di occasioni negli scambi finali del terzo, un po’ per confusione un po’ per bravura loro che concedono davvero poco o nulla. Onore a Macerata che è venuta qua facendo una partita “violenta”, noi siamo stati bravi provando a rientrare nel finale però non è bastato e adesso pensiamo ai play off”.   Dragan Travica (Cucine Lube Banca Marche Macerata): “Abbiamo spinto molto bene in battuta dal secondo set in poi, mentre nel primo abbiamo sbagliato molto ottenendo poco e invece loro sono stati bravi a spingere sul servizio. Il terzo set è stata pura battaglia, si è giocato bene da tutte e due le parti e siamo stati bravi a riacciuffarli visto che erano in vantaggio portando il set ai vantaggi. Nel quarto loro forse sono crollati un po’ psicologicamente mentre noi abbiamo giocato anche più tranquilli che nei primi set ed è venuto un vantaggio che abbiamo gestito molto bene”.     TONNO CALLIPO VIBO VALENTIA - CUCINE LUBE BANCA MARCHE MACERATA 1-3 (25-18, 19-25, 27-29, 19-25)   TONNO CALLIPO VIBO VALENTIA: Montesanti (L), Coscione 3, Cortellazzi, Kaliberda 2, Farina (L), Forni 1, Rocamora, Badawy 8, Buti 6, Klapwijk 13, Barone 10, Urnaut 15. Non entrati Lavia. All. Blengini.   CUCINE LUBE BANCA MARCHE MACERATA: Lampariello, Pajenk 14, Savani 16, Zaytsev 21, Stankovic 9, Kovar 5, Monopoli, Henno (L), Travica 5, Starovic, Kooy 4. Non entrati Podrascanin. All. Giuliani.

di Redazione | 11/03/2013

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it