We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Macerata (Macerata) - L'Università di Macerata inaugura il 723° anno accademico


L'Università di Macerata si prepara a celebrare ufficialmente l'inaugurazione del suo 723° anno accademico. Il tema portante sarà "L'Università e le politiche di internazionalizzazione". La cerimonia, che si svolgerà il 27 febbraio alle 10 nell'Auditorium San Paolo, sarà, quindi, l'occasione per approfondire un argomento vasto e complesso. Per questo, è stato chiesto a Luca De Benedictis, ordinario di economia politica del Dipartimento di Economia e diritto e autorevole studioso di economia dell'internazionalizzazione, di tenere la consueta prolusione sul tema "Università e globalizzazione".   L'inaugurazione si aprirà con la relazione del rettore Luigi Lacchè. "E' un momento rituale – commenta – ma è anche l'occasione per tracciare bilanci e per sollecitare tutti noi ad una riflessione comune, tanto più in una fase, come quella che viviamo, segnata da una grave situazione di crisi e incertezza, che ci pone sfide impegnative".   Dopo il contributo del prof. De Benedictis, verrà conferito il premio di pubblicazione della tesi di dottorato, istituito per la priva volta da Centro Edizioni Università di Macerata (Ceum) quale riconoscimento a favore di coloro che hanno ottenuto il giudizio di "Eccellente con dignità di pubblicazione" per le tesi discusse nel 2012. Il premio consiste in un attestato e nella pubblicazione della tesi a cura del Ceum in una collana apposita.   Seguirà il saluto del direttore generale, Mauro Giustozzi, che illustrerà la profonda trasformazione che ha interessato l'Ateneo nell'ultimo anno e che ha portato a una forte razionalizzazione dal punto di vista amministrativo - da 44 strutture ed oltre 120 uffici si è passati a 10 strutture amministrative (articolate in 31 uffici) e 5 Dipartimenti – e finanziario.   "Risparmiare ed accrescere l’efficienza – sottolinea Giustozzi - non sono traguardi fine a se stessi: sono, invece, strumentali alla riconduzione delle risorse alle ragioni e i fini sui quali l’Università si fonda e non ad altri".   Per gli studenti, infine, prenderà la parola il presidente del Consiglio degli studenti Giacomo Funari. Durante la cerimonia, accompagnata dal coro di Ateneo diretto dal Maestro Aldo Cicconofri, saranno consegnati gli attestati di benemerenza al personale in quiescenza.   La sera precedente, martedì 26 febbraio, alle ore 19, nella chiesa di Santa Maria della Porta il vescovo Monsignor Claudio Giuliodori celebrerà la messa per la comunità universitaria.  

di Redazione | 23/02/2013

Pubblicità

10 aprile decennale IonioNotizie.it vendesi tavolo da disegno studio sociologia Thun Rossano bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it