We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Potenza (Potenza) - Domani “Gocce d'autore”: omaggio alle regine del jazz


Nuovo appuntamento di Gocce d'autore. Domani, venerdì 15 febbraio, alle 21,30, al Crazy Cocktail in via del Gallitello a Potenza, Toni De Giorgi alle tastiere, Bruno Pace al contrabbasso e le voci di Serena Lotito e Luisa Iacobuzio, coordinate da Sileo, daranno vita ad una speciale serata musicale dedicata alle regine del jazz, Billie Holiday, Ella Fitgerarld e Sarah Vaughan. I musicisti creeranno un percorso nella storia della musica jazz attraverso i brani più famosi eseguiti dalla sublimi voci femminili. L'appuntamento, introdotto dalla giornalista Eva Bonitatibus e che si inserisce nell'ambito della rassegna letteraria e musicale Gocce d'autore, organizzata dall'associazione musicale Tumbao in collaborazione con il Comune di Potenza, intende così omaggiare le divine. Prosegue dunque il viaggio nel mondo del jazz tra gustosi apertivi, scambi di pensieri nati dalla suggestione della musica, e il piacere di condividere momenti piacevoli tra amici.  Billie Holiday La sua forza era l'espressività, sapeva caricare ogni nota di profondità, estranea a particolari virtuosismi, priva di un'educazione tecnica, la sua voce sapeva creare un rapporto intimo con il pubblico, intimo e commovente; come se strappasse via, a mani nude, il reale significato delle canzoni, per regalarlo agli spettatori, genuinamente, con empatia. Non con enfasi, o con falso pathos: bensì con la sincerità, l'ironia e l'incredibile amore per la vita, nonostante tutto, che viene al jazz dalla cultura africana. Musicalmente il suo canto gestiva con suprema classe il tempo e il fraseggio: ci volava, sul tempo, fino a inaugurare un nuovo rapporto con il ritmo. In questo senso Billie Holiday si pone agli antipodi dell'altro altisonante nome del canto jazz, in termini di notorietà: Ella Fitzgerald, con il suo sorriso furbo, la sua potenza e le sue scalate sonore. Ella Fitzgerald Timbro purissimo, dizione, fraseggio e intonazione impeccabili, estensione di tre ottave: una voce che sa essere uno strumento, una leggenda. Sono gli anni 30, è l'era delle Big Bands, a New York: ecco un doppio disco che racconta, a posteriori, come la First Lady Of Singing incantò il pubblico dello storico Savoy Ballroom, a Harlem, e divenne una star. Ella Fitzgerald, insieme a Billie Holiday e Sarah Vaughan, è tra i pilastri della storia del jazz e del canto scat. Nata a Newport, in Virginia, da una famiglia difficile, si sposta ben presto a New York. Dopo la morte della madre, la giovanissima Ella conosce la strada, la malavita, e persino il vagabondaggio. Viene notata per puro caso, dal trombettista della band del famigerato Chick Webb, a uno spettacolo amatoriale. Si racconta che nelle sue prime collaborazioni la futura diva fosse così rude da doverle insegnare l'uso di acqua e sapone. Da lì, pian piano, inizia una carriera prolifica e irrefrenabile, con uno stile ironico, virtuoso ed esplosivo, attraverso lo swing, il bebop, il gospel, il blues, la samba, fino alla indimenticabile rilettura dei grandi classici del jazz d'oltre oceano. Sarah Vaughan Sarah Vaughan è considerata unanimamente dalla critica e dal pubblico  il più grande fenomeno vocale della storia del jazz. A distanza di venti anni dalla sua morte si può affermare senza alcun dubbio che nell’ambito della musica jazz la "Divina"  Sarah è stata , insieme a Billie Holiday ed Ella Fitzgerald, l’interprete più  importante di questo genere musicale.  La Vaughan si fece apprezzare per due fondamentali caratteristiche: un’impressionante estensione vocale che le consentiva di passare da tonalità più basse a quelle più alte senza alcuno sforzo apparente e, soprattutto, una profonda conoscenza musicale. Questo predominio della tecnica la pone lontano dalla incredibile profondità con cui per esempio Billie Holiday affrontava le melodie. Se Billie in ogni nota ci mette l'anima scavando ogni segreto recesso interiore, la Vaughan utilizza la voce come uno strumento con straordinario tecnicismo. ll punto debole è stato forse una ricerca di perfezione esecutiva che predomina sull'interpretazione.   

di Redazione | 14/02/2013

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it