We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - “L’INTERVENTO” Pd: Iaquinta non appartiene alla maggioranza e si è autoescluso dal partito


Il dibattito politico locale continua a essere acceso. Stavolta a intervenire è la segreteria cittadina del Partito democratico: attraverso un’apposita nota mette in evidenza che il consigliere Iaquinta <<non appartiene alla maggioranza consiliare del Comune di Crosia né tantomeno al Partito Democratico in quanto per sua volontà si è autoescluso dallo stesso nel momento in cui, ed in più occasioni, è contravvenuto a quelle che erano le indicazioni politiche del partito. Si ricorda infatti che in data 29/10 il Pd di Mirto Crosia aveva, tramite stampa, fatto presente quella che era la propria linea politica anche nei confronti dell’Amministrazione Comunale ed infatti invitava i consiglieri aderenti al Partito a condividerla, non a prescindere, ma sulla base degli impegni programmatici assunti, pertanto, chiunque dei consiglieri, avesse voluto prendere le distanze da quella posizione e quindi rompere quel patto con i cittadini di Crosia che l’avevano votato, era da ritenersi inequivocabilmente ed a tutti gli effetti fuori dal Partito e come tale si sarebbe assunto a titolo esclusivamente personale, ogni responsabilità davanti ai cittadini per le proprie decisioni in seno all’organo consiliare, ed anche fuori, e quindi ogni possibile conseguenza politico amministrativa per il Comune. Il fantomatico gruppo cui sostiene di appartenere il consigliere Iaquinta  è di fatto fuori da ogni logica, il vero centrosinistra è quello di cui fa parte il Pd in seno al gruppo di maggioranza consiliare, lui si è posto all’opposizione votando in più occasioni, compresa l’approvazione dei bilanci, contro l’amministrazione e quindi contro le indicazioni politiche del Partito. L’alleanza con IdV oramai non esiste più nemmeno a livello nazionale quindi di che stiamo parlando….!! Pertanto le osservazioni proposte sono da interpretarsi esclusivamente a titolo personale e frutto del solo suo pensiero che non è quello del Partito Democratico. A tal proposito il Pd plaude all’iniziativa dell’amministrazione comunale ovvero l’avviamento  della raccolta differenziata “porta a porta”, segno di civiltà e di decoro per il paese in questo momento in cui il problema della raccolta rifiuti affligge tutta la Regione incapace di azioni risolutive concrete. Quanto all’operato della Soget Spa si chiede all’Amministrazione un maggiore controllo in quanto lo stesso concessionario non deve trasformarsi in un ente inquisitore ne deve vessare i cittadini onesti che puntualmente pagano i tributi. La Soget deve, con diligenza e tatto, essere al servizio dei cittadini rendendosi disponibile ad ogni chiarimento con la massima chiarezza avendo cura di interloquire con i contribuenti nel massimo rispetto e considerando il difficile momento economico finanziario in cui versa il Paese tutto. Ovviamente chiediamo all’Amministrazione, ancora una volta, di condividere la linea programmatica da qui a fine mandato, in quanto il pluralismo delle decisioni è stato e resta uno dei principi cardini del Pd che nell’appoggiare l’operato dell’Amministrazione chiede naturalmente di conoscerne ex ante le scelte onde evitare di trovare il partito su posizioni diverse, come già accaduto in altre occasioni ove è stato espresso tutto il nostro disappunto a decisioni politicamente non condivise. Ribadiamo che il risanamento dei conti resta un obiettivo seppur difficile almeno auspicabile ma bisogna applicare criteri di equità e giustizia sociale pertanto deve pagare di più chi ha di più e prima di tutto il cittadino evasore e poi, anche,  il cittadino moroso che magari non ha pagato nei termini per obiettive difficoltà finanziarie della famiglia, bisogna rivedere, laddove possibile, la pressione tributaria anche dell’Imu se ciò non causa problemi ulteriori di deficit finanziario, impegno, peraltro, già condiviso con l’amministrazione d’accordo sul concetto che la stessa deve essere progressiva! Per il resto vale quanto già espresso in altre occasioni: il completamento dei lavori di ripascimento della costa, il decoro e la manutenzione del territorio, il cimitero, la viabilità, il pagamento dei debiti soprattutto quelli relativi alle imprese del paese anch’esse in gravi difficoltà finanziarie prime fra tutte la Cooperativa Città Pulita alla quale va il ringraziamento di tutti per le condizioni in cui lavorano con tante mensilità da riscuotere. Il Pd di Mirto Crosia pertanto chiede un'immediata ripresa del confronto politico con l’amministrazione e con tutte le forze che in questo delicato memento storico tengono davvero al bene del Paese senza populismi o demagogie varie che non fanno bene alla politica ed al governo della nostra cittadina>>. Segreteria del Partito democratico di Mirto Crosia

di Redazione | 31/01/2013

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it