We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Imu e Ici 2007, il gruppo "Uniti per il centrosinistra" contro-replica al sindaco


di ANTONIO IAPICHINO - Botta e risposta su Imu e Ici 2007. Dopo la replica del sindaco di Crosia, Gerardo Aiello e dell’assessore alle Finanze, Natalino Loria, non si è lasciata attendere la contro-replica del gruppo consiliare “Uniti per il centrosinistra”. <<Forse avremmo dovuto tacere e lasciare ai cittadini le conclusioni sulla vicenda Imu e sulle cartelle Ici 2007 ma vogliamo rinfrescare la memoria del Sindaco Aiello che con le sue affermazioni maldestre tenta di fuggire i problemi senza rispondere>> Esordisce in questi termini una nota diramata dai consiglieri Biagio Iaquinta e Paolo Conforti (nella foto), in cui spiega che il loro gruppo <<nato a seguito delle decisioni scellerate del Sindaco Aiello di mettere fine all’esperienza di coalizione, nella seduta consiliare di approvazione del bilancio, attraverso un emendamento, aveva chiesto l’abbassamento dell’aliquota Imu dal 4 al 2 per mille sulla prima casa, proponendo di reperire in altre voci di bilancio l’ammanco, per far si che moltissimi cittadini, soprattutto i meno abbienti, non fossero caricati di questo ulteriore salasso>>. A giudizio di Iaquinta e Conforti, Aiello, eletto in quota al Partito democratico avrebbe “sconfessato” <<la linea del partito nazionale e locale, ancor più oggi che il Segretario Bersani ha affermato che l’Imu sotto i 500 euro va tolta ( spieghi lui ai cittadini da che parte sta!)>>. Secondo i due consiglieri <<è imbarazzante che in merito alla vicenda Imu allora intervennero i partiti che sostenevano la coalizione (Pd, IdV, Socialisti e Comunisti italiani) che chiedevano l’abbassamento dell’aliquota Imu al 2 per mille per la prima casa, e il Sindaco Aiello non fece una piega>>. Poi, la questione Ici 2007: per Conforti e Iaquinta il sindaco si arrampicherebbe sugli specchi <<scaricando>>, scrivono, <<le responsabilità all’allora>> società di riscossione <<per la mancata consegna della banca dati, pur sapendo che la seconda rata Ici 2007 da molti è stata pagata su conto corrente del Comune di Crosia e quindi, dati in suo possesso, e non comunicati tempestivamente all’attuale società di riscossione. E infine le cartelle del Consorzio di bonifica: Biagio Iaquinta e Paolo Conforti evidenziano che il sindaco non ha ritenuto opporsi <<pur mancando i presupposti per il tributo, dato che non esistono i piani di classifica per il Comune di Crosia, ma addirittura ha invitato i cittadini a corrispondere quanto richiesto attraverso un manifesto pubblico>>.

di Redazione | 26/01/2013

Pubblicità

Comune, l'opposizione si riorganizza e rilancia

Longobucco: Comune, l'opposizione si riorganizza e rilancia

Cosenza, 26/01/2013
di Francesco Madeo

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it