We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Modena (Modena) - Segreti della natura tra isole e giardini letterari. Il 5 giugno festa biodiversità


Quanti animali, piante e specie diverse vivono al parco XXII aprile di Modena? E nella più isolata delle isole oceaniche? E nelle opere letterarie, oppure nella preistoria? Da sabato 5 giugno si potrà scoprirlo grazie al ciclo di incontri "Biodiversità vicina e lontana", organizzato dal Museo della figurina e dalla Biblioteca Delfini e collegato alla mostra "Evoluzione e biodiversità", dedicata alla "straordinaria varietà degli esseri viventi". Tra i relatori ci saranno scienziati esperti di divulgazione come Giorgio Celli e Gianumberto Accinelli, entrambi noti al grande pubblico grazie alle trasmissioni televisive di Rai 3, da "Il regno degli animali" a "Geo & geo". La rassegna, realizzata con il sostegno della Fondazione cassa di risparmio di Modena, in collaborazione con l'associazione Asia Modena, si apre sabato 5 giugno alle 17 con la "Festa biodiversa" al parco XXII aprile: una festa all'aperto nella quale, aiutandosi con le figurine, l'entomologo Gianumberto Accinelli accompagnerà grandi e piccoli alla scoperta dell'ecosistema del parco. Al termine ci sarà una merenda biologica per tutti. Per informazioni ci si può rivolgere allo 059 454367 o all'associazione Asia in via del Lancillotto 24.  Dagli ecosistemi urbani – riferisce testualmente una nota dell’Ufficio stampa del Comune di Modena - si passerà poi alle isole del Pacifico con Roberto Ferrari, che venerdì 11 giugno alle 18 nella sala conferenze della biblioteca Delfini, in corso Canalgrande 103, condurrà l'incontro "Biodiversità e percezione del limite: il caso delle isole oceaniche". In contemporanea con la conferenza, Ciro Tepedino guiderà il laboratorio per bambini "Cervelli a confronto" per scoprire divertendosi le differenze e somiglianze tra uomini, scimmie e altri animali. Mercoledì 16 giugno sarà la volta di Giorgio Celli (alle 21 nel chiostro di palazzo Santa Margherita, in corso Canalgrande 103), che descriverà la biodiversità come "una torta a tre strati", composta dalle specie viventi, dalla loro complessità e dalla loro diversità genetica. Il 23 giugno alle 18 il paleontologo Paolo Serventi presenterà al pubblico i segreti di una professione che, partendo dallo studio dei microfossili e dalla ricostruzione degli ambienti naturali perduti contribuisce alla conoscenza dell'evoluzione e della biodiversità. Per i più piccoli, Giovanna Barbieri condurrà il laboratorio "Piante carnivore e fiori acchiappa-ape".  Giovedì primo luglio, sempre alle 18, l'incontro sarà dedicato ai "giardini letterari" e alla natura vista da autori come Herman Hesse e Marcel Proust. Per i bambini ci sarà il laboratorio "la casa degli animali" con Andrea Gambarelli e, al termine della conferenza, tutti potranno assistere alla liberazione di uno sciame di farfalle autoctone nel chiostro di palazzo Santa Margherita. Per l'occasione l'associazione di produttori biologici del mercato Biopomposa offrirà un aperitivo. I laboratori, che come gli incontri sono a ingresso gratuito, sono curati dai Musei scientifici dell'Università di Modena. La rassegna punta a far conoscere la varietà di specie e ambienti naturali del pianeta al pubblico della mostra "Evoluzione e biodiversità: la straordinaria varietà degli esseri viventi", aperta al Museo della figurina fino al 18 luglio in corso Canalgrande 103 (ingresso gratuito dalle 10.30 alle 13 e dalle 16 alle 19.30, sabato, domenica e festivi orario continuato dalle 10.30 alle 19.30, chiuso lunedì e martedì,

di Redazione | 03/06/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it