We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cividale Del Friuli (Udine) - Fino al 20 gennaio la mostra d’arte contemporanea di Silvano Spessot e le creazioni dell’orafo Claudio Fontana


Spessot presenta Fontana. Una chicca per la mostra “Oltre la tela” e un nuovo evento culturale di elevato spessore che vede ancora una volta in prima fila la Città di Cividale del Friuli.   Silvano Spessot è un artista friulano nato a Cormons, conosciuto pure a livello internazionale grazie al notevole talento artistico. Le sue creazioni sono al centro dell’esposizione “Oltre la Tela”, curata da Carlo Foramiti. Allestita negli spazi della Chiesa di Santa Maria dei Battuti, la mostra vede, ogni fine settimana, un considerevole e continuo afflusso di persone che, con grande interesse, ammirano sue opere.   L’esposizione è arricchita da una preziosa collaborazione artistica. L’affermato talento di Spessot, infatti, è stato tradotto con maestria e sintonia dall’orafo Claudio Fontana che ha saputo creare splendidi gioielli in oro e argento, che incarnano un arcano fascino barbarico, una strana remota bellezza esotica e un incantamento lunare.   L’evento, organizzato dall’Amministrazione comunale di Cividale del Friuli, contribuisce ad arricchire il tessuto culturale della Città e permette a tutti i cittadini di poterne essere parte attiva.   “Il notevole livello dell’esposizione - fa notare il sindaco, Stefano Balloch - testimonia, ancora una volta, la posizione centrale che Cividale del Friuli riveste nell’ambito dello sviluppo e dell’incentivazione di eventi e attività dal forte richiamo culturale. Siamo saldamente convinti del ruolo di arricchimento che svolge l’arte, e orgogliosi che la nostra Città possa vantare un così fitto calendario di importanti manifestazioni culturali”.     Silvano Spessot Sia in ambito regionale, che nazionale e internazionale, Silvano Spessot ha avuto la capacità di donare ai cultori e agli appassionati d’arte un contributo artistico di alto livello qualitativo, spaziando tra studi e innovazioni sempre differenti. Figura artistica, la sua, pronta a recepire nuovi stimoli, sempre capace di rinnovarsi e di arricchire la propria vita creativa. Partito da presupposti post impressionisti, nell’arco di tutti gli anni ’80 e ’90 ha iniziato un lungo viaggio sulla strada della sperimentazione materico-cromatica che lo ha fatto approdare a radicali soluzioni tecnico-espressive con la materia, ma soprattutto sulla materia. La ricerca lo fa giungere al fecondo periodo dei poliuretani. Per Spessot, però, si tratta semplicemente di un’elaborazione alla ricerca di una via autonoma, di sintesi ed equilibrio: “sintesi ed equilibrio - spiega l’artista - che io ho iniziato a trovare proprio con la serie degli “Omini”, dove ho potuto pienamente applicare le mie cognizioni cromatiche sulle superfici a me più consone”.

di Redazione | 28/12/2012

Pubblicità


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2018 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it