We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cosenza (Cosenza) - Provincia di Cosenza conferma il piano di dimensionamento scolastico deliberato dal Consiglio provinciale nel dicembre 2011


La Provincia di Cosenza conferma il piano di dimensionamento scolastico deliberato dal Consiglio Provinciale nel dicembre 2011.  Fino all’emanazione di  nuova normativa non procederà, dunque,  a nuove operazioni. Questa, la  determinazione del  Consiglio Provinciale convocato dal presidente Orlandino Greco in sessione straordinaria ed urgente con all’ordine del giorno, tra l’altro, proprio  determinazioni in ordine alla programmazione territoriale della rete scolastica e dell’offerta formativa- Piano di dimensionamento. A riferire sul dimensionamento della rete scolastica per l’anno 2013/14, l’assessore Maria Francesca Corigliano che ha letto in aula un documento deliberato dalla Conferenza degli Ambiti Territoriali, riunitasi in Provincia recentemente. Lo stesso documento (ALLEGATO DI SEGUITO ) è stato  approvato dal Consiglio a maggioranza, con la sola  astensione del consigliere Clausi.   Nella stessa seduta, altra problematica affrontata dall’Assise, quella inerente i trasporti su ferro e gomma nel territorio. Una situazione particolarmente difficile, tra tagli, soppressioni, ricostruita in maniera puntuale e documentata da una precisa serie di dati tecnici dall’assessore Giovanni Forciniti. In riguardo al punto, su proposta del presidente Oliverio, è stato stabilito all’unanimità di incaricare la Commissione provinciale Trasporti di elaborare un documento che dia mandato al Consiglio Provinciale per aprire una serie di tavoli di discussione con Ferrovie dello Stato, Ferrovie della Calabria, invitati i Comuni, le parti sociali,  per sollevare con grande forza e determinazione la questione che, sebbene rivesta tutti  i caratteri dell’ emergenza, sembra essere  trattata al momento come marginale.   SEGUE IL DOCUMENTO SUL DIMENSIONAMENTO   ________________________________________________________________________________          Provincia di Cosenza                                                     La Provincia di Cosenza, in considerazione della fase di totale incertezza normativa nella quale dovrebbe essere attuato il dimensionamento della rete scolastica per l’anno 2013-14, alla luce delle contraddizioni emerse durante gli incontri tenuti dall’Assessore regionale alla P.I., ha convocato un’assemblea invitando tutti i sindaci del territorio, le organizzazioni sindacali, il Presidente del Consiglio Scolastico Provinciale, il Dirigente dell’USP di Cosenza, la Commissione Consiliare Cultura e Istruzione, Assessore e Consiglieri provinciali.   L’ASSEMBLEA  
  • Preso atto della mancata ratifica delle decisioni assunte in sede di conferenza unificata (15-10-2012) in merito ai criteri da assumere nella definizione di nuovi parametri numerici;
  • preso atto che il numero di 850 alunni comunicato dall’Assessore regionale con lettera del                                                                                                                                                               05-11-2012 è ipotetico quindi manchevole di presupposto normativo;   
  • preso atto dell’impegno assunto dall’Assessore regionale in conclusione della riunione del 28-11-2012 (come da verbale), di non procedere al dimensionamento scolastico in assenza di nuovi riferimenti normativi per come richiesto nella stessa sede dall’Assessore Corigliano
  •  preso atto della volontà espressa dai Sindaci e dai Sindacati intervenuti con proprio contributo al dibattito,
  • in considerazione della perdita di 101 autonomie in un arco di tempo ristretto, per effetto delle operazioni di dimensionamento degli ultimi tre anni con conseguenti danni nel territorio provinciale
ha deliberato   di non procedere al dimensionamento scolastico. Tale decisione scaturisce dal fatto che l’assetto attuale è rispondente alla normativa vigente, ed è rafforzata dalla consapevolezza che agendo diversamente si eserciterebbe una funzione arbitraria, variando la configurazione della rete scolastica solo sulla base di ipotesi. Nella consapevolezza che per le scuole al di sotto dei 600 e dei 400 alunni è in vigore l’istituto della reggenza, si chiede che a tutte le Istituzioni scolastiche autonome del territorio ( con 500 alunni e 300 per le scuole in deroga) comprese, quindi, quelle attualmente in reggenza, sia garantita l’assegnazione del Dirigente scolastico titolare. La Provincia si riserva di riavviare le operazioni di redazione del Piano di Dimensionamento per l’a.s. 2013/2014, appena saranno emanati precisi riferimenti normativi in materia. Conferenza degli ambiti territoriali  17.12.2012

di Redazione | 26/12/2012

Pubblicità

10 aprile decennale IonioNotizie.it vendesi tavolo da disegno studio sociologia buona pasqua ionionotizie bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano Affittasi appartamento Via Nazionale (banner 300x170)


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it