We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cosenza (Cosenza) - Festival cinematografico della Calabria, oggi aprirà la kermesse Chaterine Spaak


Sarà l’affascinate Catherine Spaak  ad aprire il “Festival Cinematografico della Calabria- La Primavera del Cinema Italiano”. Attrice, scrittrice, giornalista e conduttrice televisiva sarà ospite della prima serata della kermesse, oggi, venerdì 14 dicembre, alle ore 18, sul palco del Supercinema Modernissimo di Cosenza. Una serata dedica ai 50 anni de “Il Sorpasso” , il capolavoro di Dino Risi che  consacrò la Spaak, talentuosa interprete di origine francese, stella del cinema italiano. Durante la serata a Catherine Spaak sarà consegnato il Premio Federico II.  A seguire la proiezione della copia restaurata della pellicola. Un capolavoro della commedia all’italiana “Il Sorpasso” che tratteggia gli echi del boom economico italiano. Il consumismo che muoveva i primi passi e le macerie della guerra finalmente dimenticate. Benessere e buon umore per il Belpaese, riversate da un film che, con le musiche dirette da un maestro come Riz Ortolani, immortalò la società italiana dell’epoca.. E’ con la sua interpretazione nel film di Dino Risi, al fianco degli indimenticabili Vittorio Gassman e Jean-Louis Trintignant, che farà letteralmente innamorare di lei più di una generazione di spettatori. Per i ‘favolosi’ anni Sessanta Catherine diviene il simbolo di una nuova femminilità.     Una grande star internazionale che terrà a battesimo l’edizione 2012 de “La Primavera del Cinema Italiano”. In programma, anche una visita al Mab. Alle 17,30, Catherine Spaak incontrerà la città in Piazza XI Settembre e visiterà il Museo all’aperto Bilotti.   Grande esordio della kermesse che avrà inizio, dunque venerdì 14 dicembre fino al 22 dicembre. Attori e registi di fama nazionale e internazionale popoleranno le nove giornate, tra proiezioni di film, incontri- dibattiti, presentazioni di libri, concerti ed eventi glamour. Una full immersion nelle nuove tendenze del grande schermo. Cosenza sarà lo scenario di una kermesse che si distingue per la sua originalità nel panorama nazionale: un festival con su due comode scarpe da tennis! L’inconfondibile logo che lancia un evento fuori dagli schemi e che promuove i nuovi talenti del cinema italiano, questa volta sotto il sole del Sud. Ad ideare la manifestazione l’Associazione culturale “Le Pleiadi”, il suo Presidente, Giuseppe Citrigno e il direttore artistico, Alessandro Russo. Organizzato dalla Fondazione Calabria Film Commission all’interno del Primo Festival cinematografico della Calabria. Realizzato  a valere sui fondi dei nuovi eventi culturali innovativi- Por Calabria- FESR 2007/2013 Asse V – linea di intervento 5.2.3.1.       Catherine Spaak  Eccezionale attrice, cantante e presentatrice, simbolo delle commedie all'italiana degli Anni Sessanta. Dopo il cortometraggio di Jacques Gautier L'hiver (1959), debutta cinematograficamente nella pellicola di Jacques Becker Il buco con Philippe Leroy. Ha solo 14 anni e ha bucato lo schermo. Corteggiatissima dall'Italia, si butta in quel mondo che stava per essere sfiorato dalla Dolce Vita e partecipa a pellicole come Il carro armato dell'8 settembre (1960) di Gianni Puccini con Gabriele Ferzetti, Dorian Gray, Elsa Martinelli, Marisa Merlini, Tiberio Murgia, Didi Perego e Romolo Valli. Ninfetta piena di brio, strega Alberto Lattuada che la impone in I dolci inganni (1960) e poi Dino Risi con Il sorpasso (1962), accanto a Vittorio Gassman, Jean-Louis Trintignant e Claudio Gora. Il suo ruolo è quello di Lilly, figlia adolescente del formidabile Gassman dal completino a strisce che farà la storia del costume cinematografico, tanto da finire addirittura disegnata sulla locandina. Importante per la sua carriera, il regista Luciano Salce che la dirige in molte pellicole affiancandola di volta in volta ai grandi attori: Ugo Tognazzi, Amedeo Nazzari, Marcello Mastroianni. Nel 1964, arriva il primo riconoscimento. È un premio speciale: la Targa d'Oro durante il David di Donatello. Passa da Jean-Paul Belmondo (Week-end à Zuydcoote, 1964) a Bette Davis (La noia, 1963), diventando partner lavorativa di Horst Buchholz. Antonio Pietrangeli (La parmigiana, 1963), Luigi Comencini (La bugiarda, 1965), Marco Ferreri (Break-up, 1965), Nanni Loy (Made in Italy, 1965), Franco Rossi (Non faccio la guerra, faccio l'amore, 1966), Mario Monicelli (L'armata Brancaleone, 1966), Mauro Bolognini (Madamigella di Maupin, 1966. Recita con Jane Fonda in Il piacere e l'amore (1964), con Ernest Borgnine in L'uomo dalla pelle dura (1972) e con Monica Vitti in Per vivere meglio, divertitevi con noi (1978). Poi, arrivati gli Anni Ottanta, la lunghissima pausa dalle scene che durerà fino al 2000. In questo decennio. La Spaak è anche cantante. La Dischi Ricordi, negli Anni Sessanta, le offrì un contratto discografico che le permise di pubblicare i suoi 45 giri fra i quali spiccano "Quelli della mia età" (cover di "Tous les garçons et le filles" di Françoise Hardy) e la mitica "L'esercito del surf" diventata un successo nell'Hit Parade italiana. Nella sua lunga carriera, la Spaak è stata anche giornalista per alcune testate come Il Corriere della Sera, Amica, Marie Claire, Il Mattino e Tv Sorrisi e Canzoni.

di Redazione | 14/12/2012

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it