We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Pavia (Pavia) - Dal 10 al 14 di dicembre, il Museo di Storia naturale apre la propria sede di Palazzo Botta


Dal 10 al 14 di dicembre, il Museo di Storia naturale apre la propria sede di Palazzo Botta L’iniziativa si inserisce nel calendario di appuntamenti “Arrivano le feste” promosso dal Comune di Pavia, che prevede anche l’apertura dei musei del Sistema Museale D’Ateneo. L’iniziativa vuole far scoprire al pubblico l’origine di alcuni prodotti di uso comune che vengono o che venivano utilizzati nelle nostre case. Molti oggetti o sostanze di uso quotidiano, impiegati in cucina, per la cura personale o per altre funzioni, si ottengono da alcune specie animali dalle quali a volte ne prendono il nome. Si vedrà come lo sfruttamento di queste specie ne ha modificato spesso la distribuzione e la consistenza numerica portandole anche sull’orlo dell’estinzione. Nel percorso, insieme ai prodotti commerciali, verranno esposti i reperti animali del Museo da cui essi si ricavano. Sarà inoltre possibile visitare le tre sale recentemente allestite: la sala di anatomia comparata, la sala delle collezioni zoologiche dell’ex Museo Civico di Storia Naturale e quella delle collezioni in alcool. In particolare in quest’ultima ricordiamo: la preziosa collezione di vermi viscerali acquistata nella seconda metà del settecento da Lazzaro Spallanzani, fondatore del Museo, e la collezione di ragni di Pietro Pavesi, costituita nella seconda metà dell’Ottocento.

di Redazione | 09/12/2012

Pubblicità

Nuovo libro Francesco Russo (autore) Sulle sponde opposte del fiume bcc mediocrati x50 vendesi tavolo da disegno studio sociologia


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2021 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it