We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Pavia (Pavia) - Master in Musicoterapia. A Pavia un’iniziativa unica nel panorama italiano


Un Master universitario per sostenere pazienti colpiti da patologie neurologiche e psichiatriche con la Musicoterapia. Lo propone l’Università di Pavia, che attiva per l’anno accademico 2012-13 un’esperienza unica in Italia: un master di I livello e di durata annuale, riservato a 20 laureati in, Medicina, Psicologia,  Musicologia, discipline sanitarie, scienze dell’educazione, beni culturali, DAMS etc... La Musicoterapia si sta diffondendo anche in Italia quale utilissimo supporto psico-fisico e relazionale in altri ambiti tra cui quelli geriatrico, oncologico, delle cure palliative. Il Master in Musicoterapia prepara operatori socio-sanitari in grado di applicare la Musicoterapia in ambito preventivo, riabilitativo e terapeutico e definisce, per la prima volta in Italia, un percorso formativo riconosciuto come accade in molti Paesi europei ed extraeuropei.   Gli sbocchi professionali riguardano percorsi di cura e riabilitazione presso strutture pubbliche e private (ASL, ospedali, comunità, centri di riabilitazione e di ricerca, Residenze Socio-Assistenziali, etc.).    Il Master Universitario in Musicoterapia dell’Università di Pavia è coordinato dal dottor Alfredo Raglio  e prevede l’acquisizione di 60 crediti formativi universitari. Gli insegnamenti sono suddivisi in quattro moduli: medico, psicologico, musicale e musicoterapico. Il contributo di ammissione è di 4500 euro.   Pavia è inoltre all’avanguardia nello studio degli effetti della Musicoterapia in ambito clinico e scientifico: presso la Fondazione Maugeri (Istituti Scientifici di Pavia, via Boezio e via Maugeri, e di Milano, via Camaldoli) sono infatti attualmente in corso due progetti scientifici dedicati alla musicoterapia coordinati dallo stesso dr. Alfredo Raglio. Il primo studio ha l’obiettivo di verificare l’efficacia della musicoterapia nel trattamento riabilitativo di pazienti, colpiti da ictus, Parkinson e, per la prima volta in Italia, soggetti affetti da SLA.   La seconda indagine ha invece lo scopo di studiare l’impatto della musicoterapia sul nostro cervello attraverso l’utilizzo della Risonanza magnetica funzionale (fMRI). Si tratta del primo progetto sviluppato nel nostro Paese che utilizza questo strumento per esaminare le aree cerebrali coinvolte durante l’ascolto di brani musicali e frammenti sonori tratti da sedute di musicoterapia. Questo consentirà allo staff medico di individuare nuove possibili zone cerebrali di interesse e comprendere, ancor più, le potenzialità e specificità terapeutiche della musica e della musicoterapia.   Le domande di ammissione al Master di I livello in Musicoterapia possono essere presentate a partire dal 31 ottobre 2012 ed entro il 20 dicembre 2012.

di Redazione | 28/11/2012

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it