We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Dislessia, un incontro formativo per insegnanti nella scuola cittadina


di ANTONIO IAPICHINO - Un interessante incontro di formazione si è svolto nel plesso di Via dell’Arte (nella foto)  dell' Istituto comprensivo di Crosia. La dottoressa Carmela Felicetti del Centro di neuropsichiatria infantile del Distretto di Rossano, ha incontrato tutte le insegnanti delle varie sezioni della scuola dell’infanzia e delle classi prime e seconde delle scuole primarie dell’Istituto comprensivo cittadino. La scuola crosimirtese è stata  pioniera per il progetto interistituzionale di prevenzione di disturbi specifici: “Leggere e scrivere con il sorriso”. La specificità dei disturbi specifici di apprendimento che riguardano  in particolare la capacità di leggere e scrivere in maniera chiara e fluente, toccano proprio le abilità strumentali di base che risultano gli strumenti di accesso alla conoscenza e ai saperi disciplinari. La suddetta iniziativa interistituzionale si pone proprio la finalità di fornire agli insegnanti conoscenze adeguate sull’evoluzione dei processi di apprendimento della lettura e della scrittura, in relazione ai dsa, proponendo strumenti per l’identificazione delle difficoltà ed evidenziando i fattori critici nelle diverse epoche scolastiche. Al contempo propone indicazioni di intervento didattico per il recupero e strategie di compenso per facilitare l’apprendimento degli allievi. <<Questo incontro formativo>>, ha sottolineato il dirigente scolastico della scuola ospitante, Pina De Martino, <<è  finalizzato all’identificazione precoce degli alunni con dsa, attraverso lo “screening fonologico”, che ha creato grande interesse nel corpo docenti, ha fatto emergere le potenzialità e le motivazioni giuste e tutti con grande impegno stanno attivando ricerca azione per monitorare i comportamenti e le abilità per evitare che eventuali discrasie creino insuccesso nei nostri alunni>>. A giudizio della dottoressa De Martino <<é importante identificare precocemente i bambini con dsa per poterli aiutare con una didattica giusta, ma soprattutto è necessario segnalare tale situazione alla famiglia  in modo che possa rivolgersi agli specialisti di settore.

di Redazione | 20/11/2012

Pubblicità


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it