We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Per Iaquinta è indispensabile il congresso del Partito democratico


di ANTONIO IAPICHINO - <<”Cui Prodest”, ovvero a chi giova la situazione di stallo in cui si è venuto a trovare il Partito democratico di Crosia, forse unica sezione calabrese a non aver celebrato il congresso?>>. Esordisce in questi termini una nota  a firma del consigliere comunale, nonché dirigente del Pd cittadino, Biagio Iaquinta (nella foto), per evidenziare la situazione politica del suo stesso partito a livello locale. Iaquinta va oltre e si chiede: <<A chi giova aver perso per sfiducia tanti iscritti e infine essere stati sfrattati dalla locale sezione sita in Piazza Dante senza, oggi, una fissa dimora?>>. Poi ancora un interrogativo da parte del giovane ingegnere: “Cui prodest” continuare a sostenere una maggioranza consiliare che continua a essere sorda agli appelli ripetuti del gruppo consiliare “Uniti per il centrosinistra” di aprire un confronto e di arrivare a una rapida soluzione? >>. Biagio Iaquinta crede che sia necessario <<aprire un tavolo di confronto politico, innanzitutto celebrando il congresso cittadino, così da avere nuovi organismi dirigenti>>, Un’azione che <<giova alla politica>>. A suo giudizio <<il rapporto con la società civile, con il mondo del lavoro e delle professioni, con i movimenti è tanto più praticabile e credibile quanto più il partito è visibile, organizzato, identificabile e autonomo. Con un’autonomia>>, aggiunge, <<che derivi dalla consapevolezza di rappresentare un punto di vista critico nella società, con la propria identità progressista, laica, di sinistra. Partito aperto alla società civile, alle competenze esterne, alle risorse intellettuali e professionali>>. Secondo Iaquinta, con la celebrazione del congresso cittadino <<si tratta non di riesumare la politica vecchia, ma di guardare a noi stessi con l’ambizione di essere promotori di una politica alta, quella che fa ritenere il partito politico moderno uno dei soggetti fondamentali della vita democratica, centro non unico, è ovvio, ma interlocutore necessario dei soggetti sociali e dei movimenti, delle sensibilità del volontariato e della società civile e noi in questo senso saremo attivi già dai prossimi giorni>>. A questo punto lo stesso Iaquinta spiega che <<il “noi”  ha un significato ben preciso, perché un gruppo nutrito di iscritti nei giorni scorsi ha fatto pervenire una richiesta di un mio impegno forte e determinato nella corsa alla segreteria del partito>>. E commenta: <<Pare ovvio che di fronte alla volontà degli iscritti mi tocchi riflettere e agire di conseguenza. Nei prossimi giorni scioglierò le riserve e valuterò se il caso di presentare la mia candidatura alla segreteria del partito o interloquire con le altre aree del partito per cercare una soluzione condivisa che, forse, in questo momento rappresenterebbe la migliore soluzione>>. Il consigliere Iaquinta conclude evidenziando che <<la situazione politico – amministrativa che vede esponenti del Pd  appartenenti alla maggioranza e altri alla minoranza non gioverà al processo di chiarimento che è necessario per raggiungere i traguardi che i cittadini attendono da anni ma, il mio grande senso di responsabilità mi aiuterà far capire che bisogna invertire la rotta e a capire che si possa ancora camminare insieme se pur con un paio di scarpe scomode>>.

di Redazione | 31/10/2012

Pubblicità

Nuovo libro Francesco Russo (autore) Sulle sponde opposte del fiume bcc mediocrati x50 vendesi tavolo da disegno studio sociologia


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2021 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it