We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rabbi (Cosenza) - Stasera iniziativa socio-culturale per non dimenticare Luigi Russo


Una serata per non dimenticare, per ricordare Luigi Russo, figlio illustre di Castrovillari, scomparso nel novembre del 1998, Capo di Gabinetto del Comune e autore di  importantissimi libri in vernacolo.   A lui stsera, domenica 23 settembre, all’interno delle manifestazioni organizzate per “Civita..nova”, è dedicata una serata, intitolata “Parlannu Castruviddaru” ideata dall’Associazione  “Arte e Cultura 26” che si terrà nel chiostro del Protoconvento francescano, a partire dalle ore 19,30 curata da Franco Pirrera e Maria Zanoni, i quali reciteranno una serie di sue poesie e farse dialettali che molti descrivono  come veri e propri momenti d’espressione delle tensioni e dei vissuti della gente, nonché istanti in cui l’assetto sociale è interrogato e reinventato.   “Un uomo, insomma, profondamente legato alla sua Terra- sottolinea il Sindaco, Domenico Lo Polito- , alle tradizioni, alle sue radici, alla sua identità di uomo del Sud, al popolo castrovillarese ed a quel dialetto, “ che – come lui amava ricordare – esprime e dipinge situazioni,  umori, stati d’animo meglio di qualsiasi  altra parola che la lingua italiana possa offrire”. Una serata per non dimenticare, per ricordare Luigi Russo, figlio illustre di Castrovillari, scomparso nel novembre del 1998, Capo di Gabinetto del Comune e autore di  importantissimi libri in vernacolo.   A lui stsera, domenica 23 settembre, all’interno delle manifestazioni organizzate per “Civita..nova”, è dedicata una serata, intitolata “Parlannu Castruviddaru” ideata dall’Associazione  “Arte e Cultura 26” che si terrà nel chiostro del Protoconvento francescano, a partire dalle ore 19,30 curata da Franco Pirrera e Maria Zanoni, i quali reciteranno una serie di sue poesie e farse dialettali che molti descrivono  come veri e propri momenti d’espressione delle tensioni e dei vissuti della gente, nonché istanti in cui l’assetto sociale è interrogato e reinventato.   “Un uomo, insomma, profondamente legato alla sua Terra- sottolinea il Sindaco, Domenico Lo Polito- , alle tradizioni, alle sue radici, alla sua identità di uomo del Sud, al popolo castrovillarese ed a quel dialetto, “ che – come lui amava ricordare – esprime e dipinge situazioni,  umori, stati d’animo meglio di qualsiasi  altra parola che la lingua italiana possa offrire”.

di Redazione | 23/09/2012

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it