We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Roma (Roma) - Sanità: Cerrito (Cisl): Enfasi su ambulatori medici h24, ingiustificata


“Il decreto emanato dal governo sulla sanità suscita per la Cisl non poche perplessità". Lo dichiara in una nota il Segretario confederale della Cisl, Pietro Cerrito. "L’enfasi generata intorno agli ambulatori medici h24- continua Cerrito-  è ingiustificata in quanto non c’è alcun riferimento ai costi che comporterà la creazione di queste strutture, le quali, nate per impedire l’ospedalizzazione, non si capisce quanti risparmi potranno produrre sulla spesa sanitaria. Va invece rivisto il rapporto contrattuale che lega il medico di famiglia con il Ministero della Sanità: è lì che vanno introdotti seri vincoli all’operatività dei medici di famiglia. Alla Sanità saranno sottratti, tra il 2012 e il 2015 circa 7 miliardi di euro, con l’approvazione della legge sulla “spending rewiew” ai quali vanno aggiunti analoghi tagli previsti da Tremonti con dei provvedimenti  di fine anno prima dell’avvento del Governo Tecnico. E’ interessante ed utile il riconoscimento della “ludopedia” come malattia sociale, per la quale non è chiaro come e dove potrà essere curata con l’attuale strutturazione dell’assistenza sanitaria presente nel nostro paese. Si apre poi una finestra sulla prevenzione legata ai corretti stili di vita, ma questa, per potere avere una reale efficacia, deve prevedere un iter concordato col Ministero dell’Istruzione per una seria campagna di educazione nelle scuole. Le polemiche di questi giorni hanno fatto cancellare la tassa sulle bibite gassate- aggiunge Cerrito-: con l’effetto però, che è saltato anche l’intervento sulla non autosufficienza, per la quale la Cisl continua a ritenere vada fatta una vera e propria legge di intervento, magari attivando una vera e propria “tassa di scopo”. "Cosi come fatto in occasione della “spending rewiew”, - conclude Cerrito- anche con questo decreto non viene affrontato il tema dell’acquisto dei beni e servizi in sanità, che è l’unica area nella quale possono andare a realizzarsi veri e propri risparmi di spesa.La Cisl è impegnata affinchè in Parlamento vengano portate le necessarie modifiche al decreto per fronteggiare il problema".

di Redazione | 07/09/2012

Pubblicità


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it