We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cariati (Cosenza) - Il Centro italiano femminile ha realizzato un viaggio “speciale” a Mediugorje in Bosnia erzegovina


Un pellegrinaggio nella terra delle apparizioni di Maria, Regina della Pace. Un percorso di fede e di Amore che ha voluto  portare il vessillo del Cif, Centro italino femminile, di Cariati nel paese ove la Madonna ha scelto di mostrarsi in una terra bellissima e martoriata. Partiti con autobus da Cariati, dopo l’imbarco ad Ancona i pellegrini accompagnati dal padre spirituale del Cif, don Mosè Cariati, e dalla Presidente Carmelina Sciarrotta,con la assistenza di un innamorato di Medjuogore e di Maria,Alessandro Caravia, sono giunti nel luogo sacro ove la Madre Celeste ha voluto manifestarsi. Intensa emozione e grande commozione nel percorrere le strade del piccolo villaggio ora ricco di negozi e alberghi e pensioni  per ospitare ogni anno quasi 2 milioni di pellegrini. Il gruppo unito e affiatato ha percorso gli itinerari oramai obbligati di chi viene a Medjugorje,la salita alla collina delle apparizioni il Monte Podbrdo,la via crucis sul Monte Krizevac,la preghiera alla Croce Blu,la S.Messa corale all’esterno della cattedrale di san Giacomo. Ma il collante, il filo che ha unito tutti  i partecipanti alle migliaia di fedeli presenti è stata la preghiera l’invocazione a Maria,e i canti la sera insieme. Momenti di alta spiritualità si ma gioiosa corale divertente ,quel divertimento che viene dalla gioia di lodare Gesù e la  Sua Madre Celeste. Entusiasmanti sono stati i momenti  in cui il gruppo cariatese ha fatto visita alla comunità Nuovi Orizzonti “E Gioia Sia”,una delle tante sorte  nella cittadina serba,ove lo spirito di Maria ha creato quella realtà religiosa e spirituale ove in tanti ultimi nel mondo sbandati e persi per l’umanità giovani e meno giovani si sono ritrovati abbracciati gli uni agli altri e hanno nella fede nell’amore in Dio ritrovato la strada della vita e della gioia. Poi, un incontro straordinario con Suor Cornelia una donna eccezionale, che ha accolto i pellegrini nella struttura creata anni or sono dalla fondatrice suor Josipa Kordic, ove veniva accolti i bimbi figli della atroce guerra che ha insanguinato questa terra,piccoli feriti nel corpo e nello spirito abbandonati a se stessi ma accolti da queste suore che li hanno accolti curati amati e cresciuti. Ancora oggi nella loro opera queste straordinarie suore  con gli aiuti spontanei di tutti crescono un grande numero di ragazzi e ragazze insegnando loro con il sorriso la via della vita .

di Redazione | 05/09/2012

Pubblicità

Nuovo libro Francesco Russo (autore) Sulle sponde opposte del fiume bcc mediocrati x50 vendesi tavolo da disegno studio sociologia


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2021 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it