We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Castrovillari (Cosenza) - La Provincia dona diversi libri alla biblioteca della sezione femminile della Casa circondariale


"Se mi vuoi bene il 23 maggio regalami un libro" è lo slogan a partecipare alla giornata nazionale per la promozione della lettura. Un appuntamento per  invogliare gli italiani a leggere.  La sfida è rendere il libro più familiare, più vicino  al cuore dei possibili lettori ed è per questo che   per celebrare la giornata nazionale di promozione della lettura l’Ente  Provincia di Cosenza  Assessorato alle Politiche Culturali, Pari opportunità e Politiche Giovanili e femminili, nella persona dell’Assessore Dott.ssa Maria Francesca Corigliano, ha pensato di donare  una serie di volumi, alla biblioteca sezione Femminile della Casa Circondariale di Castrovillari. Potenziando il servizio di gestione della biblioteca della sezione femminile dell’Istituto Penitenziario del Pollino,  la Provincia,  contribuirà,  non solo all’accrescimento della cultura e della conoscenza, ma anche alla qualità della vita del detenuto ha affermato l’assessore, spiegando le finalità dell’iniziativa assieme al Direttore dell’istituto Dott. Fedele Rizzo, Al Comandante di reparto dell’Istituto V. Commissario Dott.ssa Maria Molinaro e alla coordinatrice dell’evento Dott.ssa Tullia Lio. La visita dell’assessore Corigliano e dei rappresentanti del territorio i consiglieri Biagio Diana e Piero Vico, da sempre attenti alle politiche di inclusione sociale,  ha suggellato l’evento davvero eccezionale.   L’auspicio  è che da questo momento, la biblioteca sia vista non  solo come  luogo dove è   possibile, soffermarsi a leggere e consultare i materiali raccolti, ma che  diventi un vero "sportello informativo" per ogni richiesta. La lettura in carcere è banale, ma non si può non ricordare  è  quella che per molti, anche all'esterno dell'ambiente reclusivo, ha una  funzione di "evasione"; naturalmente va detto anche che costituisce una occasione di approfondimento e di crescita culturale, punto di partenza per l’attività trattamentale di molti condannati. Nella fattispecie prezioso ed ineliminabile – sottolinea testualmente una nota della dottoressa – Lio - appare il contributo della Comunità esterna al fine di garantire l’art.12 dell’ordinamento Penitenziario che prevede che in tutti gli istituti esista una biblioteca costituita da libri e periodici scelti secondo criteri che garantiscano una "equilibrata rappresentazione del pluralismo culturale esistente nella società". Uno spazio aperto dunque all'incontro, confronto e dialogo con la comunità esterna, in vista del reinserimento del detenuto nella società, in sintonia con  il Manifesto dell’Unesco, che afferma che le medesime opportunità offerte dalle biblioteche pubbliche ai cittadini liberi devono essere garantite anche ai cittadini detenuti, sulla base dell’uguaglianza di accesso per tutti, condizione essenziale   lo sviluppo culturale dell’individuo. Per sviluppare il ruolo e la funzione della biblioteca carceraria nel senso indicato, occorre pertanto innanzitutto consolidare un’alleanza forte con il territorio, individuando le necessarie azioni comuni volte ad arricchire il patrimonio librario e multimediale. La Provincia di Cosenza, ha saputo cogliere la valenza di un servizio di indiscutibile importanza nell’ambito della progettualità trattamentale, come strumento che rende possibile la diffusione di valori e modelli "altri" da quelli sperimentati dai ristretti nei loro percorsi esistenziali. La biblioteca in carcere è infatti momento di apprendimento, di riflessione e confronto, ed è  altresì luogo di incontro di dimensioni multiculturali. Leggere rende tutti gli uomini più liberi e più  coscienti, più creativi e meno soggetti a pregiudizi e condizionamenti, ecco perché la donazione dei volumi rappresenta per il carcere di Castrovillari  un valido strumento di rieducazione, utile e attuale in quanto attiva processi di valutazione e autovaluzione, che assumono forti connotati e valenze rieducative e riabilitative.

di Redazione | 23/05/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia IonioNotizie per la tua pubblicità bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it