We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Tanti pellegrini in occasione del 25° anniversario delle presunte apparizioni mariane


di ANTONIO IAPICHINO - Pure quest’anno, in occasione del 25° anniversario delle presunte apparizioni mariane, Crosia è stata meta di numerosi pellegrini. Tanta gente, proveniente da ogni dove, soprattutto dalla Puglia, è arrivata a Crosia per inginocchiarsi e pregare davanti alla statua della Madonna. Anche stavolta  l’affluenza è stata ampia. Tanta gente è arrivata di primo mattino a Crosia per una preghiera comunitaria. La sera precedente l’anniversario, fino a mezzanotte circa, i fedeli sono stati guidati in una veglia di meditazione e adorazione. Il giorno seguente, poi, numerose attività liturgiche pianificate dalla parrocchia “San Michele Arcangelo”, guidata dal parroco don Michele Romano (nella foto), di cui fa parte la chiesa della Pietà. Riflessioni e preghiere, nell’arco dell’intera giornata. Si è iniziato di buonora. La Chiesa è stata aperta molto presto. Intorno alle 5. Nella prima mattinata, dopo l’accoglienza dei pellegrini, da parte dei fedeli del luogo, sono state recitate le lodi, quindi, una processione si è snodata per le vie del paese. Al termine la Celebrazione Eucaristica sul piazzale antistante la chiesa della Pietà.  Nel pomeriggio, come consuetudine, la tradizionale fiaccolata da Mirto fino al centro storico di Crosia. L’intensa giornata, dedicata alla Mamma Celeste, si è conclusa con una Solenne Concelebrazione Eucaristica. Il parroco ha evidenziato che nella cittadina jonica ha avuto luogo <<un momento di grazia, che ha visto il coinvolgimento di tutte le forze politiche, sociali e religiose che sono scese in campo, prodigandosi per un’accoglienza dignitosa e rispettosa di tutti i pellegrini che da anni arrivano a Crosia, per rinnovare la loro fede, la loro devozione verso la Madonna e affidare a Lei le ansie, le speranze, le gioie e le sofferenze della loro vita>>. A giudizio di don Michele <<Crosia sta diventando sempre più un luogo di preghiera e di conversione>>. Infine, il parroco ha fatto sapere che la provenienza dei pellegrini è diversificata: giungono da diverse regioni, prevalentemente Puglia, Basilicata, Sicilia. La loro accoglienza <<è stata curata da un comitato promotore, che ha visto lavorare insieme l’Amministrazione comunale e la parrocchia. Un comitato che ha accolto la gente sin dalla sera, in occasione della veglia e, poi, il giorno seguente. Al mattino un gruppo di volontari ha offerto la colazione ai pellegrini. Abbiamo lavorato. Abbiamo demolito i fatiscenti bagni e fittato dei bagni chimici per offrire il servizio alle numerose persone giunte a Crosia>>. Il parroco ha ringraziato per l’ottimo contributo, ognuno per le proprie competenze, <<l’esecutivo comunale, i Carabinieri, i vigili, il Comitato “Madonna della Pietà”, la cooperativa “Città pulita” e tutti coloro che si sono adoperati per rendere, bella, gioiosa e accogliente questa giornata mariana>>. Dunque, Crosia che si sta aprendo anche al turismo religioso: <<Questa>>, ha concluso il parroco, <<è una fase di recupero per tanti ritardi che in questi anni si sono accumulati, quindi, c’è da sperare che il futuro possa migliorare e dare la possibilità a questo piccolo posto, benedetto dal Cielo, di diventare sempre più centro di preghiera e di incontro con il Signore>>.

di Redazione | 01/06/2012

Pubblicità

Destro in festa per il “Sacro Cuore”

Longobucco: Destro in festa per il “Sacro Cuore”

Cosenza, 01/06/2012
di Redazione

Nuovo libro Francesco Russo (autore) Sulle sponde opposte del fiume bcc mediocrati x50 vendesi tavolo da disegno studio sociologia


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2021 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it