We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Nuovi orizzonti per il Premio di pittura “Luca D’Amico”: le riflessioni di Pier Emilio Acri


<<Lo scorso 15 maggio, pur se assente - per seri motivi di salute - ma vicino con il cuore ai magnifici organizzatori del Premio internazionale di pittura dedicato alla santa e cara memoria di Luca D’Amico, che avrei dovuto coordinare, come nelle precedenti edizioni, sento il dovere di palesare pubblicamente la mia gioia per la felicissima conclusione di un’iniziativa che fa onore a Rossano e alla Calabria e che è entrato nel panorama artistico - culturale nazionale. Già alla terza edizione, al Premio di Pittura “Luca D’Amico” si aprono, come in una incantevole giornata primaverile, nuovi e importanti orizzonti. Basti pensare che fra i partecipanti e i vincitori, nonché fra gli artisti selezionati, spiccano nomi di rilievo e che un brasiliano, Clovis Aquino, ha vinto il premio per la tecnica. Il primo premio è stato assegnato ad Egidio Filippo da San Lucido e fra gli altri vincitori spiccano i nomi di Liliana Condemi da Brancaleone, Emin Shaquja da Spezzano Albanese, Antonio Oliva da Rende, Ivano Petrucci da Oriolo Romano, Luciano Villani da Terranova da Sibari, Elisabetta Ecca da Iglesias, Chiara Rizzuti da Cosenza, Nicola De Luca da Torre di Ruggiero, Mario Tallarico da Castrovillari, Elena Mayer Diaco da Catanzaro, Concetta Tridico da Rossano, Ercole Fortebraccio da Vibo Valentia, Rocco Regina da Mormanno (una vecchia conoscenza del Premio), Natalino Scino da Rossano e Mimmo Alichino da Castrovillari, Denise Gionna da Cosenza e Gianfranco Sposato da Terranova di Sibiri. Quest’anno Antonio D’Amico e C. hanno voluto dar vita ad una nuova sezione, quella dedicata ai “Giovani Artisti” perché nel Premio “D’Amico” convergono mirabilmente il culto della memoria verso un Uomo che tanto ha dato per il progresso artistico-culturale di Rossano e Circondario e la volontà di crescere e fare crescere chi ama la pittura. Il Premio è, infatti, un “dono” , meglio, un atto d’amore ben recepito dal nostro Amato Arcivescovo, che ha voluto dar vita ad un momento peculiare, quello della “Arte, via al trascendente” e dall’Associazione Culturale “Gustavo Valente” che, attraverso il Dott. Giuseppe Valente, figlio dell’indimenticabile “Don Gustavo”, storico incommensurabile delle Calabrie, ha dato impulso ad un altro importante momento, cioè al Premio “Gustavo Valente”. Ma il Premio Internazionale di Pittura “Luca D’Amico” è una sorta di magnifico mosaico arricchito dalla presenza del Comune di Rossano, attraverso il primo cittadino Giuseppe Antoniotti, dalla prestigiosa fabbrica di Liquirizia Amarelli con il suo presidente Dott. Fortunato Amarelli, da Lapietra costruzioni,  Arturo Graziano e C., da Maimeri, dalla benemerita Associazione Riciclart, da Ecoross sistemi per l’ambiente, da Ippolito 1845m da Toro assicurazioni, da Amendola Store, da Sovatem Italia, da Vigilante Vetro,  dalla Galleria d’Arte “Le Muse” di Myriam Peluso da Cosenza, dalla Vaccheria Foti dei  magnifici F.lli De Simone, da Videoerre fotografia e video, da Lardino arredamenti, dalla Tipografia “Grafosud” 1971-2012 ben 41 anni d’arte tipografica, da Artedile opere di ingegneria civile. Nel compiacermi con il M° Antonio D’Amico e con la famiglia, per aver lavorato sodo per ben cinque mesi e per aver curato la riuscita del Premio fine nei minimi particolari>>. (Nella foto, da sinistra, Giuseppe Selvaggi e Luca D’Amico)

di Redazione | 27/05/2012

Pubblicità


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it