We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Pescara (Pescara) - Reparto Geriatria dell’Ospedale Civile, il pensiero del Presidente Commissione Sanità Berghella


“Il reparto di Geriatria dell’ospedale civile di Pescara soffre ed ha evidenti difficoltà nel garantire un trattamento idoneo ai pazienti che affollano la struttura, troppi rispetto ai posti letto. Una situazione determinata principalmente dal Pronto Soccorso che non riesce a fungere da filtro per evitare i ricoveri impropri, un’urgenza emersa anche nel corso nel sopralluogo effettuato giovedì scorso dalla Commissione consiliare Sanità e che ripeteremo in altri reparti nei prossimi giorni”. Lo ha dichiarato il Presidente della Commissione Sanità Vincenzo Berghella – riferisce testualmente una nota dell’Ufficio stampa comunale -  nel corso della conferenza stampa convocata per illustrare le risultanze del sopralluogo della Commissione presso il reparto di Geriatria del nosocomio ‘Santo Spirito’ di Pescara. “Durante il sopralluogo di giovedì scorso l’ala nord e quella sud di Geriatria – ha proseguito il Presidente Berghella – hanno registrato complessivamente circa sessantacinque ricoveri, a fronte di quarantacinque posti letto disponibili, comportando la sistemazione di una quindicina di pazienti lungo il corridoio. Una situazione di precarietà dovuta essenzialmente a una serie di criticità riscontrabili nel Pronto Soccorso del Santo Spirito: parliamo della carenza di ‘punti di osservazione brevi’, ossia di posti letto attrezzati per monitorare i casi non urgenti ma che potrebbero comportare lo sviluppo di una patologia entro le quarantotto ore successive. Si tratta di un filtro indispensabile per evitare i ricoveri impropri, già sperimentato nel Nord Italia e indispensabile anche per il nostro Pronto Soccorso. In tale modo si risolverebbe il problema dell’intasamento della struttura dell’ospedale civile, con un notevole risparmio economico, riducendo di netto il numero dei ricoveri, come nel caso di Geriatria. Si tratta di provvedimenti di enorme rilevanza sui quali l’amministrazione comunale intende collaborare con il manager D’Amario per dare risposte chiare e concrete agli utenti”. Il Pronto Soccorso dell’ospedale civile conta un bacino di utenza di circa 200mila persone, “una cifra – ha continuato il Presidente Berghella – destinata a lievitare in prossimità del periodo estivo, con l’arrivo di bagnanti e turisti. Bisogna attivarsi immediatamente proprio per evitare che la nostra città venga messa in cattiva luce dalla mancanza di una struttura adeguata di Pronto Soccorso. In realtà una soluzione al problema già c’è: bisognerebbe riprendere un progetto varato dieci anni fa, già appaltato, e poi finito nel dimenticatoio poiché scaduti i termini. Il piano prevedeva il trasferimento del Pronto Soccorso nei locali situati nella parte centrale dell’ospedale, un’area sicuramente più agevole e idonea ad ospitare il servizio. Nei prossimi giorni la Commissione consiliare Sanità si attiverà per valutare tale ipotesi ed effettuerà sopralluoghi negli altri reparti del nosocomio in modo da evidenziare le varie problematiche e trovare, insieme agli Organi competenti, il sistema più efficace per garantire un servizio sanitario adeguato a tutti i cittadini”.

di Redazione | 20/05/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it