We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cosenza (Cosenza) - “IL COMUNICATO SINDACALE” Cisl, Cgil e Uil hanno approvato col Comune di Cosenza il protocollo d'intesa per tutelare la cittadinanza di fronte alla crisi economica.


Le segreterie territoriali  di Cgil- Cisl - Uil, coadiuvate dalle segreterie territoriali dei sindacati dei pensionati Spi - Fnp - Uilp,  e l'amministrazione comunale di Cosenza hanno stipulato  un protocollo d'intesa atto a tutelare, data la perdurante crisi economica e sociale che coinvolge il territorio, i cittadini, in particolare le famiglie, gli anziani, i disoccupati e gli inoccupati. Le tre sigle sindacali, lo scorso mese di gennaio avevano in un vertice tenuto presso la sede della Cisl  di Cosenza,  deciso di sottoporre a tutte le amministrazioni della provincia di Cosenza un protocollo proprio  per fornire una soddisfacente risposta  alle maggiori esigenze delle comunità. E proprio il comune capoluogo ha dato un segno concreto di attenzione verso la cittadinanza convocando le o.o.s.s. per firmare l'importante accordo. Le parti hanno condiviso alla luce dell'ultima manovra economica, che si è determinata una fase caratterizzata dall'acuirsi di una forte penalizzazione dei redditi da lavoro e da pensione. lnoltre, la precarietà nel lavoro e la crisi dell'occupazione, che hanno investito di fatto quasi tutti i comparti, hanno considerevolmente allargato la fascia del disagio e della povertà. Si condivide inoltre la preoccupazione per la continua e rilevante diminuzione delle risorse ai Comuni - le istituzioni più vicine al cittadino - per i ripetuti tagli dei trasferimenti statali, che hanno prodotto un aggravamento della situazione economica degli Enti Locali, acutizzato altresì da una contrazione delle entrate proprie dovuta alla crisi economica che ha investito tutti i settori. Le Parti hanno quindi convenuto sull'obiettivo fondamentale della qualificazione ulteriore del sistema dei servizi educativi e di welfare in grado di fronteggiare i crescenti e nuovi bisogni. L'Amministrazione Comunale, sollecitata dalle organizzazioni sindacali, pur in questa situazione di difficoltà finanziaria, assume - anche con il bilancio 2012- le politiche di welfare ed il sostegno alle famiglie colpite dalla crisi come questioni prioritarie, in un quadro di gestione delle politiche comunali coerente con gli obiettivi di rigore, equità ed efficacia dell'azione amministrativa. ll presente Protocollo d'intesa, quindi, tenuto conto del complesso dei diversi interventi concordati, rappresenta un'utile e soddisfacente risposta alle maggiori esigenze delle comunità. Soddifazione è stata espressa dai sindacati, per la disponibilità del sindaco Occhiuto, in particolare da Tonino Russo, segretario della Cisl cosentina, per il quale è da elogiare l'impegno preso dall'amminstrazione comunale di Cosenza in particolare per il fatto che  non procederà ad aumenti dell'addizionale lrpef. “Le parti- dichiara Russo hanno concordato  sull'introduzione di una soglia di esenzione dell'addizionale da lavoro dipendente e da pensione, fissata a Euro 12.000,00. Ancora per l'anno in corso saranno congelate le tariffe per i servizi educativi, scolastici e socio-assistenziali alla persona. Con riferimento all'lmu si è concordato  che all'abitazione principale venga applicata l'aliquota minima in base alle previsioni di legge; al fine di incentivare la locazione degli immobili ad uso abitativo o per attività commerciali studierà forme di incentivazione fiscale nell'ambito dei poteri conferiti ai Comuni. Altri punti nel protocollo riguardano le politiche abitative, sui migranti, politiche della salute, sicurezza sociale e lotta alla criminalità, trasporto pubblico locale, appalti, qualità dei servizi. Con cadenza almeno semestrale, - prosegue Russo - l'amministrazione comunale di Cosenza incontrerà le organizzazioni sindacali sui temi del protocollo; nello specifico il confronto tra  Cisl, Cgil e Uil con l'amministrazione comunale si svilupperà sui temi dello sviluppo territoriale generale, sul bilancio comunale, sulle azioni di salvaguardia ambientale e sui programmi del welfare, prevedendo, più in particolare, una specifica sessione di confronto sugli eventuali avanzi di bilancio per valutare congiuntamente la loro destinazione. Le parti - conclude il segretario Cisl - si incontreranno successivamente all'approvazione della eventuale riforma del mercato del lavoro per valutarne le ricadute occupazionali, concordando in una valutazione negativa della precarietà dei rapporti di lavoro e considerandola una condizione da superare, a partire da una valorizzazione dell'apprendistato. Ferme restando le sedi di confronto e verifica già previste nel protocollo, le parti daranno luogo, entro e non oltre il mese di settembre 2O12, ad un incontro per esaminare preventivamente l'eventuale assestamento di bilancio”. Sul protocollo d'intesa composto da 12 pagine sono apposte le firme  del segretario della Cisl, Tonino Russo, segretario generale della Cgil, Giovanni Donato, del segretario regionale Uil Roberto Castagna e del sindaco Mario Occhiuto.

di Redazione | 07/04/2012

Pubblicità


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it