We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Bari (Bari) - Workshop sullo sviluppo urbano sostenibile


Si è svolto, nella Sala Consiliare del Comune di Bari, un workshop che ha coinvolto i dipendenti dell'Amministrazione comunale e i principali portatori di interessi ambientali e socio-economici del territorio per definire, attraverso una modalità condivisa, uno strumento per misurare la sostenibilità delle attività e dei processi del Comune di Bari. Nello specifico,  - riferisce testualmente una nota dell’Ufficio stampa comunale - si è iniziato a individuare, attraverso un processo condiviso, i temi e i relativi indicatori utili a monitorare l’impatto delle attività dell’Amministrazione sulla società, l’economia, la salute e l’ambiente. Il costante monitoraggio di questo insieme di indicatori consentirà di migliorare nel tempo i processi comunali e la pianificazione delle attività, avvicinando la qualità dei servizi erogati alle aspettative dei cittadini. L’obiettivo finale è creare, attraverso un percorso di circa due anni, una piattaforma di sostenibilità accessibile a più attori e periodicamente aggiornabile dai dipendenti comunali, che sia di supporto alle decisioni di governo del territorio e rappresenti una certificazione esterna di qualità delle attività comunali. L’avvio di questo processo rappresenta un vero e proprio cambiamento organizzativo e culturale della P.A. e consentirà di arrivare alla redazione di un Bilancio di Sostenibilità, evoluzione del Bilancio Sociale e del Bilancio di Genere già realizzati dal Comune di Bari. Questo modello di rendicontazione socio-ambientale, inoltre, potrà essere applicato in altre pubbliche amministrazioni e rendere il Comune di Bari un punto di riferimento a livello nazionale e non solo. L’iniziativa è parte del progetto “G.S.R. - Modello di responsabilità sociale delle Pubbliche Amministrazioni: un approccio innovativo per la qualità delle attività e dei risultati della P.A.”, finanziato dall'Unione Europea all'interno del Programma Sud-Est Europa, che promuove lo sviluppo socio-economico e sostenibile delle regioni coinvolte. Della rete internazionale costituita da quattordici partner, tre sono italiani: il Comune di Bari, l'Università del Salento e la Regione Basilicata. L’assessore alle Politiche Comunitarie Gianluca Paparesta ha ricordato l’attività di fund-raising che l’assessorato sta portando avanti - considerati anche i vincoli imposti dal patto di stabilità - e in cui questo progetto si inserisce. Lo scorso novembre, infatti, il Comune ha presentato più di venti progetti per realizzare investimenti di cooperazione internazionale di sviluppo per un valore superiore ai 25 milioni di euro, cinque dei quali sono destinati al Comune di Bari. Elemento prioritario per il progetto è la costruzione di una rete che coinvolga tutti gli attori locali per consentire l’attuazione di scelte di pianificazione che siano giuste ed eque. All’incontro odierno hanno partecipato, tra gli altri, rappresentanti del Coni Puglia, CNR-ITB, dell’AMIU, della Consulta Comunale per l’Ambiente, di Legambiente, delle cooperative sociali Caps e Gea, di Progetto Città, del Consorzio Meridia, di Italia Nostra oltre a numerosi dipendenti e funzionari del Comune di Bari. Sono intervenuti inoltre Francesco Ficarella, responsabile della Ripartizione Programmazione economica e Politiche strutturali, Carlo Paolini consigliere comunale, Luigi Ranieri dell’Università del Salento e Vincenzo Santandrea dell’IPRES - Istituto Pugliese di Ricerche Economiche e Sociali.

di Redazione | 19/05/2010

Pubblicità

Strage di Capaci, la città  non dimentica

Bari: Strage di Capaci, la città non dimentica

Bari, 19/05/2010
di Redazione

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it