We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Mercoledì un convegno della Cisl sui trasporti e le nuove infrastrutture per lo sviluppo e il lavoro nella Sibaritide


“Sistema dei trasporti e nuove infrastrutture per lo sviluppo ed il lavoro nella Sibaritide”. E' il tema che la Cisl di Cosenza ha scelto per il convegno di mercoledì 28 marzo che si tiene a Rossano alle ore 10 nella sala convegni dell'Hotel Roscianum al quale prendono parte Gigi Sbarra e Annamaria Furlan, Segretari Confederali Cisl Nazionale. Presiede i lavori Paolo Tramonti segretario generale dell'Usr Cisl, relazione a cura di Tonino Russo (nella foto), segretario generale Ust Cisl di Cosenza, e sono previsti gli interventi del sindaco di Rossano, Giuseppe Antoniotti, del consigliere regionale con delega ai Trasporti, Fausto Orsomarso, dell'assessore provinciale ai Trasporti, Giovanni Forciniti, del vicario per la pastorale dell'Arcidiocesi Rossano-Cariati, e dell'imprenditore Giuseppe Nola. Lo sviluppo della Calabria e della Provincia di Cosenza, - dichiara il segretario generale Cisl di Cosenza, Tonino Russo - passa dal rilancio e della crescita della Sibaritide che, in ragione delle sue caratteristiche, delle sue realtà economiche e delle sue potenzialità, può avere un ruolo centrale nel processo generale di sviluppo della Regione, fungendo da traino e motore della crescita. E’ altrettanto chiaro che lo sviluppo della Sibaritide non potrà mai avvenire senza il superamento dei ritardi infrastrutturali, senza politiche concrete di investimenti nel miglioramento della dotazione di infrastrutture, mobilità e trasporti nell’area. In poche parole potenziare le infrastrutture, la logistica e i trasporti è per la CISL autentica priorità strategica per lo sviluppo della Sibaritide. Sul versante infrastrutturale il territorio della nostra provincia, in generale, e l’area della Sibaritide nello specifico, evidenziano un notevole ritardo rispetto alle realtà meglio attrezzate del Paese. Questa situazione di ritardo infrastrutturale condiziona fortemente lo sviluppo del territorio, della nostra economia e della nostra competitività. Da anni ci battiamo - sottolinea ancora Tonino Russo - perché sia messa in atto una politica, a livello nazionale e regionale, che intervenga per recuperare questo gap, adeguando la dotazione infrastrutturale in ogni settore, ammodernando la rete delle infrastrutture e dei servizi, elevando complessivamente le qualità competitive del territorio. Crediamo - sostiene Russo - che lo sviluppo della Sibaritide sia essenziale per la crescita della provincia di Cosenza, della Calabria e del Mezzogiorno, mediante la realizzazione di alcuni interventi; quali: la riqualificazione ed il potenziamento della SS 106; il potenziamento, con raddoppio, della SS 534 Firmo-Sibari; la riqualificazione e l’ammodernamento della linea ferroviaria jonica come parte essenziale del nuovo Sistema Ferroviario Metropolitano Regionale, per come previsto dal POR FESR 2007-2013 della Calabria; il coordinamento e l’integrazione dei servizi su ferro e su gomma; il rafforzamento delle relazioni fra aree collinari e costiere lungo la fascia jonica. La Calabria e la provincia di Cosenza - conclude il segretario Cisl - non possono più vivere la stagione delle eterne promesse, delle buone intenzioni, dei fiumi d’inchiostro dei faremo. Scarsa attenzione dei Governi nazionali, assenza di autorevolezza della nostra classe dirigente, gestioni poco efficienti della cosa pubblica, sono i mali atavici di questa terra. Occorre fare, agire, investire, per ridare il futuro a quella generazione di giovani calabresi che per emigrare non ha più nemmeno un treno.

di Redazione | 26/03/2012

Pubblicità


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it