We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Padova (Padova) - Da domani al via la Festa dei Popoli 2010


Si svolge da domani  19 al 23 maggio nell’Isola Memmia di Prato della Valle la Festa dei Popoli, annuale appuntamento con associazioni e comunità immigrate della città promosso dall’associazione omonima e dal Comune di Padova. L’edizione del 2010 – riferisce testualmente una nota dell’Ufficio stampa comunale -  è la VENTESIMA: la prima si tenne infatti nel maggio 1991 nel cortile dei Missionari Comboniani, ma da qualche anno la manifestazione si è spostata nelle piazze della città come segno che anche l’immigrazione ha ormai acquisito una piena cittadinanza. E la presenza in piazza di una quindicina di comunità, che propongono musica cibo e altri aspetti delle culture di origine, evidenzia la ricchezza culturale, oltre che economica, di cui i nuovi cittadini sono portatori. “La festa è il momento culminante di un lavoro di relazioni e incontri fatto durante l’anno – spiega Emanuele Cenghiaro, presidente dell’associazione Festa dei popoli, istituita nel 2008 da varie organizzazioni proprio allo scopo di gestire la manifestazione – nel quale si evidenzia la voglia degli immigrati di diventare protagonisti della vita anche culturale di Padova. Invito quindi a leggere musiche, balli e cibi non solo nel loro aspetto folcloristico, ma come un mezzo per creare nuove relazioni ed entrare in rete con un mondo che ancora conosciamo poco”.   Le iniziative partono già lunedì 17, quando nella sede dei Missionari Comboniani il gruppo Religioni per la pace organizza la visione del cartoon “L’uomo che piantava gli alberi” di Jean Giono, con discussione aperta sul tema “Religioni e ambiente”. Martedì 18, l’associazione Sos organizza, nella sala Anziani del Municipio alle 20.45, un’incontro con l’ambasciatore somalo a Roma Nur Hassan Hussein e la comunità somala locale.   Mercoledì 19 maggio la Festa dei popoli apre le sue porte alle 20.30 nell’Isola Memmia, con una serata in solidarietà con le popolazioni di Haiti e Cile colpite dal terremoto. L’evento è animato dal gruppo Pelli sintetiche e da alcune associazioni che operano nei due Paesi. In programma anche uno spettacolo di marionette cilene (teatrino pulgarçito) e l’intervento del chitarrista Luca Francioso. Giovedì 20, sempre dalle 20.30, la serata  “1810 - 2010: omaggio all’Argentina” ricorda il bicentenario dell’inizio della rivoluzione latinoamericana e del primo governo argentino. Intervengono il gruppo Del Arrabal  (Amilcar Soto Rodriguez, chitarra, Daniel Paciti, bandoneon, e altri musicisti ospiti), un duo di tango con esibizione di ballo, e brani da “La misa criolla” proposti dal coro Libercanto di Albignasego. Venerdì 21 la serata è dedicata all’Africa (suonano i gruppi “Los Misusumbia”, percussioni, e Afrika Molakà) e sabato 22 all’Europa dell’Est (Yuliya Mulyavka, cantante ucraina, Moldova group della Moldavia, e Christian Leikep, cantautote rumeno). Viene introdotta, alle 18, da saggi dei laboratori artistici con gli immigrati promossi dall’Unità di progetto accoglienza e immigrazione del Comune di Padova e da stand di degustazioni di cibi etnici. Domenica 23 maggio l’evento conclusivo della Festa dei popoli inizia alle ore 15.30, con stand delle associazioni e comunità straniere, degustazioni di altre cucine etniche, laboratori e giochi per bambini. Alle 19 una preghiera interreligiosa con i fedeli di alcune confessioni presenti in città verterà sul tema “Salviamoci con la terra, nostra casa comune”. Seguiranno esibizioni musicali e, dalle 22, il concerto con il gruppo Barbapedana (Balkan, Klezmer & Gipsy music).

di Redazione | 18/05/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it