We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Roma (Roma) - Lavoro, Di Pietro: toccare articolo 18 e’ prepotenza


“I risultati positivi a livello finanziario che stiamo ottenendo non devono sempre essere pagati dai 'poveri cristi'. Perché una cosa è far quadrare i conti, un’altra è chi poi paga materialmente il conto: fino ad ora è stato pagato sempre dalle fasce sociali più deboli”. E’ quanto afferma il leader dell’Italia dei Valori, Antonio Di Pietro, intervistato da Sky Tg24. “Non si può pretendere che – prosegue Di Pietro - con la scusa di far quadrare i conti, si limitino le tutele garantite ai lavoratori dall’articolo 18. Che c’azzecca? E’ soltanto una prepotenza”. “I problemi dell’Italia sono la corruzione – sottolinea ancora il leader IdV - la mala amministrazione, il debito pubblico, tutti problemi che dovrebbero essere affrontati in modo incisivo”.  “Invece che cosa si vuol fare? Rendere più precario il lavoro che è già precario. Dire che la colpa della crisi è dei lavoratori, degli operai, è una furbata che mi sarei aspettato dal precedente governo e non certo da questo”, ha concluso.  

di Redazione | 14/02/2012

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it