We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Castrovillari (Cosenza) - Centenario dell’Istituto “ Regia Scuola di Arti e Mestieri”


Nel 1909, quando con regio Decreto n°284 del 19 luglio firmato dal Ministro dell’istruzione  Sen. Luigi Rava, controfirmato dal Presidente del Consiglio On. Giovanni Giolitti e da S.M. il Re Vittorio Emanuele III, veniva istituita la “ Regia Scuola di Arti e Mestieri di Castrovillari”. Con lo scopo di  “preparare abili operai per la lavorazione del legno e del ferro” ed il Sindaco dell’epoca, dott. Enrico Turco  - riferisce testualmente una nota stampa del Presidente-Commissario Staordinario, Prof. Giovanni Donato -  concedeva, per lo svolgimento delle attività didattiche dell’anno scolastico 1909/1910, che inizialmente avrebbero dovuto interessare 20 alunni, i locali dell’ex convento dei Cappuccini, metà dei quali già occupati dal Regio Ginnasio, in Calabria erano funzionanti soltanto altre tre Scuole del genere: quella di Cosenza, istituita nel 1890, quella di Catanzaro del 1889 e quella di Reggio Calabria del 1908 !        Come possiamo arguire la nostra Città, già capoluogo di Distretto e sede di un prestigioso Ginnasio, soprattutto attraverso le battaglie politiche dell’Avv. Attilio SCHETTINI, Socialista riformista e candidato alla Camera dei Deputati nelle elezioni del marzo 1909, avvertiva l’esigenza dell’istituzione di una Scuola che avrebbe dovuto dare dignità, cultura e professionalità ai figli dei numerosissimi artigiani che rappresentavano l’asse portante dell’economia cittadina, soprattutto rispetto ai rampolli della borghesia contadina, impiegatizia e delle libere professioni che si educavano attraverso la frequentazione degli studi classici.      Non era, come potrebbe apparire, una mera contrapposizione sociale bensì il riconoscimento della pari dignità di un’importante settore produttivo della Città che avrebbe voluto essere maggiormente coinvolto nel governo della Cosa pubblica e dell’economia, settori fino ad allora dai quali era escluso.       Ettore MANES, uno dei primi allievi dell’Istituto, ufficiale dell’Esercito regio ed Eroe della I Guerra mondiale, potrebbe assurgere ad emblema di questa nuova dimensione sociale e culturale, prima appannaggio soltanto dei ceti borghesi!      E nel corso dei decenni questa spinta innovativa e propulsiva ha consentito a Codesta Istituzione scolastica, prima rinominata “ Regia Scuola Industriale”, poi “ Scuola di Avviamento Industriale” ed infine “ Istituto Professionale di Stato per l’Industria e l’Artigianato”, di formare, con l’apporto di valorosi Docenti e Dirigenti scolastici che si sono susseguiti nel tempo, valentissimi professionisti, moltissimi dei quali sono diventati classe dirigente nei vari settori produttivi e sociali della nostra Città, della zona del Pollino e della provincia di Cosenza!      Siamo, dunque, eredi, come Istituzioni operanti ai vari livelli, di un patrimonio inestimabile che dobbiamo conservare, salvaguardare ed arricchire: ecco perché, così come fatto in passato anche nello svol gimento di altre Funzioni, ci batteremo affinché l’Istruzione professionale della nostra Città e del Distretto scolastico n° 19 possa continuare a svolgere il suo ruolo culturale e professionale, di promozione sociale ed umana al servizio dei nostri giovani e delle loro famiglie, per lo sviluppo del nostro territorio adeguato alle esigenze dei tempi

di Redazione | 15/05/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it