We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cosenza (Cosenza) - Come trovare un’occupazione? Così il Servizio Formazione e Lavoro colma le lacune informative


 E’ positivo il bilancio del primo anno di attività del Servizio Formazione e Lavoro del Comune, che ha registrato un numero rilevante di richieste, sia dirette che attraverso il portale  www.comunecosenzalavoro.it. Lo hanno sottolineato, nel corso della conferenza stampa indetta per un primo bilancio, l’Assessore al Personale Formazione e Lavoro Carlo Salatino e la Dirigente del Settore Annarita Pellicori, presente anche l’Assessore alle Politiche dell’Educazione Franco Napoli. Gli uffici – riferisce testualmente una nota dell’Ufficio stampa comunale -  sono da qualche settimana nei nuovi locali dei Due Fiumi (piazza Mancini 60), dove sarà anche più semplice per l’utenza raggiungerli. Chiarito ancora una volta che il Servizio non si pone in competizione con uffici preposti alla ricerca del lavoro, la dottoressa Pellicori ha fornito i dati dettagliati su numero di utenti registrati, provenienza e tipologie di informazioni chieste e fornite da Ufficio e portale. L’Assessore Salatino ha rilevato come sia senz’altro difficile per un Comune svolgere politiche attive di lavoro quando mancano quasi totalmente i fondi. “Già mantenere fede, come stiamo facendo, all’impegno di non far perdere neppure un posto di lavoro –ha detto- è gravosissimo.  Abbiamo quindi realisticamente scelto di cercare di coprire un deficit di comunicazione che non è meno preoccupante della mancanza di lavoro vera e propria. I dati del primo anno ci danno ragione poiché sono molte le persone che si rivolgono a questo Servizio, sia giovani alla ricerca di prima occupazione che adulti rimasti senza lavoro.” L’Assessore si è  poi associato alla denuncia dell’Assessore Napoli che ha lamentato che diversi progetti finalizzati al lavoro rimangano senza risposta alcuna sia alla Regione che al Ministero. “ E invece -ha detto ancora Salatino- con un po’ di aiuto da parte di queste istituzioni anche i Comuni potrebbero fare di più.” Il problema è in questo momento particolarmente avvertito a Palazzo dei Bruzi per quanto riguarda i tredici stagisti in servizio grazie ad un bando regionale che però scade ad ottobre. Tre di questi ragazzi svolgono la loro opera, unanimemente riconosciuta come molto valida, proprio al Servizio Lavoro.  “Stiamo studiando possibili soluzioni –ha detto Salatino- per cercare di trattenerli ma di sicuro non potremo farlo se non con un intervento regionale, che ci auguriamo si realizzi per tutti gli stagisti impiegati negli enti locali calabresi, senza discriminazioni.”   Alessandro Cofone, uno degli stagisti in servizio, ha ringraziato l’Amministrazione ed a nome anche dei colleghi ha espresso l’auspicio di poter continuare a collaborare con il Comune di Cosenza. Concludendo, Salatino ha assicurato che a questo primo anno di rodaggio si darà seguito stringendo sempre  piu’ numerosi rapporti con enti ed associazioni operanti nel settore occupazionale e cercando di espandere la portata del servizio anche oltre i confini comunali, cosa che del resto gia’  oggi avviene essendo stato rilevato che il 37% di chi si  è rivolto all’Ufficio proviene da altri Comuni. L’Assessore Napoli  ha informato della volontà di svolgere un’attenta opera di orientamento per i ragazzi dell’ultimo anno delle medie inferiori, ad evitare scelte scolastiche non supportate da informazioni adeguate e quindi destinate, spesso, a rivelarsi non soddisfacenti per i ragazzi. Anche in questo l’Ufficio Lavoro e Formazione potrà essere d’ausilio.  

di Redazione | 12/05/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it