We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cassano Allo Ionio (Cosenza) - Conclusa la visita del sindaco di Garbagnate Milanese e di una delegazione istituzionale


Un arrivederci a presto carico di emozioni e l’intendimento di promuovere bussines insieme. Così si è conclusa la visita di tre giorni nella Città di Cassano All’Ionio, della delegazione istituzionale composta dal sindaco Leonardo Marone, dalla sua più stretta collaboratrice Anna Matarazzo e dai consiglieri Giusceppe Muscia e Leonardo Elia, quest’ultimo originario della cittadina termale. Da segnalare, - riferisce testualmente una nota dell’Ufficio stampa comunale -  anche la presenza del Gruppo Folk “I Lumaricchi” venuti da Garbagnate, composto soprattutto da cassanesi che da anni vivono e lavorano in quella realtà, venuti per partecipare all’evento. I graditi ospiti, durante la permanenza a Cassano, hanno avuto modo di visitare  le peculiarità più rappresentative del territorio.  Subito dopo la cerimonia di accoglienza in comune, da parte del  sindaco Gianluca Gallo, presenti anche il presidente del consiglio comunale Rosella Garofalo, gli assessori Lione, Iacobini, Maffia e Bruno,vari consiglieri e una rappresentanza di cittadini, nel primo pomeriggio di venerdì, una proiezione nella storia antica presso il Museo Nazionale Archeologico di Sibari, dove i graditi ospiti  hanno avuto modo di visitare e apprezzare le testimonianze della mitica Polis fondata dagli Achei provenienti dalla Magna Grecia. Da lì, una puntatina presso il Centro Nautico dei Laghi di Sibari, ben nota come la “Venezia del Sud”; cinque darsene a disposizione e ben 2800 posti barca che ne fanno il porto turistico più importante dell’intero bacino del Mediterraneo. La giornata di sabato, è stata dedicata, innanzitutto, alla visita della struttura termale, con il suo importante Centro di Riabilitazione Neuro-motaria in ambiente termale e a seguire, dell’inestimabile patrimonio storico, archeologico e culturale del Capoluogo. Nel trasferimento a nord del paese, la comitiva ha fatto tappa, prima al gerontocomio Casa Serena, con visita alla struttura e poi al complesso di origine carsica delle Grotte di Sant’Angelo, nelle viscere del monte detto Pietra di San Marco. Nel sito archeologico, sia i lombardi sia i cassanesi venuti da Garbagnate Milanese, hanno potuto ammirare lungo i percorsi praticabili, le meraviglie disegnate dal tempo. Per tutti, si è trattato di un viaggio a ritroso nel tempo e nello spazio, in un luogo che abitato dall’uomo primitivo che vi ha lasciato i segni della sua presenza. Il pomeriggio, è stato dedicato alla conoscenza del particolare centro storico cassanese, con le sue vanelle, i suoi comignoli, i suoi colori, odori e sapori fuggiaschi dalle dimore. La delegazione milanese, in questo piacevole peregrinare per Cassano e dintorni, è rimasta favorevolmente impressionata dall’ospitalità, dal calore umano che traspare della gente di questa parte di Calabria. Nell’itinerario turistico, non è mancata la visita alla Cattedrale, l’ammirazione del caratteristico Presepe semovente; uno sguardo alle preziose opere d’arte custodite dal Museo Diocesano di Arte Sacra e, infine, la visita del Teatro Comunale, la cui bellezza ha incantato gli ospiti. L’ultima giornata di permanenza a Cassano del sindaco di Garbagnate Milanese, Leonardo Marone e degli altri componenti la delegazione istituzionale, è stata caratterizzata dalla partecipazione, insieme al sindaco Gianluca Gallo e all’amministrazione comunale di Cassano, alla celebrazione religiosa in onore della Madonna della Catena, la cui festa ricorre ogni anno la seconda domenica di maggio, presso l’omonimo santuario, incastonato nella verde valle dell’Ejano, nell’immediata periferia del capoluogo, meta come sempre di numerosi fedeli provenienti anche dai centri contermini.  Durante la funzione religiosa, in uno spazio dedicato agli ospiti istituzionali, il consigliere comunale di Garbagnate, Leonardo Elia, nativo di Cassano ma da lunghi anni trapiantato in Lombardia, ha consegnato al vescovo, mons. Vincenzo Bertolone, un assegno di 4000 Euro per la realizzazione della portantina dell’icona della Madonna della Catena. Un segnale tangibile di fede e di devozione in onore della Madonna della Catena. Durante la cerimonia non sono mancati momenti di intensa emozione nelle parole del vescovo Bertolone, del consigliere Elia e dei sindaci  Marone e Gallo. Dopo un momento conviviale finale, le delegazioni di Cassano All’Ionio e Garbagnate Milanese si sono salutate con un arrivederci a presto e l’impegno di promuovere anche rapporti di interscambio economici tra le due realtà, nei settori del turismo termale e culturale, a cominciare dall’organizzazione di cure e soggiorni presso le Terme Sibarite di gruppi di anziani lombardi. Il sodalizio tra le due cittadine, già gemellate dagli anni settanta/ottanta, guarda in prospettiva, dunque, per concretizzare nuovi e più importanti obiettivi.-

di Redazione | 12/05/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it