We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cosenza (Cosenza) - Presentato il cartellone delle “Buone Feste cosentine”


Un Natale lungo un mese, all’insegna della sobrietà, della solidarietà e della partecipazione e che sia in grado di riscoprire il senso della tradizione, della famiglia, dello stare insieme. Niente spese elevate, ma un cartellone ricco di iniziative, quasi a costo zero. Cosenza si appresta ad entrare già da domani, giorno dell’Immacolata, in clima natalizio e questa mattina il Sindaco Mario Occhiuto e l’On. Iole Santelli, consulente del primo cittadino per gli eventi culturali, hanno illustrato in un’affollata conferenza stampa il cartellone di “Buone Feste cosentine”, un mese di iniziative e manifestazioni, che vanno dai concerti agli spettacoli in Piazza, dalla pista da sci al pala ghiaccio, dal cinema per i bambini al Villaggio della tradizione riservato alla promozione dei prodotti di eccellenza, alle luminarie e proiezioni che abbelliranno i monumenti e gli edifici più importanti della città, alle iniziative di solidarietà pensate per i cittadini più poveri e che popolano l’area del disagio. Un calendario che si inaugurerà domani per concludersi il 6 gennaio, giorno dell’Epifanìa. “Sarà un Natale ricco di fantasia e all’insegna della cosentinità – ha detto il Sindaco Occhiuto in conferenza stampa. Cosenza deve ridiventare il capoluogo della cultura e del commercio, se non il centro propulsore di tutta la provincia.” Ma per il primo cittadino quello di quest’anno non poteva non essere un “Natale della sobrietà e che segue alcuni principi dettati dal momento particolare che sta vivendo il Paese.” Ed è per questo che il tradizionale concertone di Capodanno non rientra tra le priorità dell’Amministrazione comunale guidata da Mario Occhiuto. Ciò non significa che – come ha precisato lo stesso Sindaco – l’idea sia del tutto tramontata. Stiamo comunque – ha precisato Occhiuto – vedendo di animare la notte di Capodanno e per questo abbiamo un dialogo aperto con la Regione e la Provincia, ma non puntiamo su artisti che richiedono una spesa eccessiva. Aspetteremo, piuttosto, gli ultimi 10-15 giorni per trovare anche qualche buona opportunità con un po’ di fantasia senza tralasciare gli artisti locali.” Per il resto Occhiuto ha percorso la strada della mobilitazione a più livelli, puntando molto sul territorio e chiamando a raccolta gli imprenditori, le associazioni di volontariato, le parrocchie, il mondo della scuola, la Città dei ragazzi, i commercianti. Massima attenzione è stata riservata nel programma di “Buone Feste cosentine” alla solidarietà.  “Se ognuno di noi nel suo piccolo – ha ribadito il Sindaco Occhiuto – si mettesse in discussione e cercasse destinare il suo impegno ad azioni solidali, avremmo fatto sicuramente un grande passo avanti.”  Ed è quello che il Comune tenterà di fare con l’iniziativa del “corso della solidarietà” (lungo corso Telesio le associazioni di volontariato venderanno i loro prodotti per devolvere l’incasso a favore dei poveri e dei bisognosi), ma anche con i pranzi e le cene preparate sempre per i poveri della città e con i pacchi-dono che prenderanno il posto dei contributi economici in danaro.” Tra i tagli annunciati, i fuochi d’artificio di fine anno che Occhiuto considera una spesa non necessaria. Sobrietà è la parola d’ordine adoperata in conferenza stampa anche dall’On. Iole Santelli, che ha lavorato in prima persona alla definizione del programma di “Buone Feste cosentine” ed alla sua organizzazione. “In un momento come questo – ha detto la Santelli – era doveroso tenere fuori dal programma le manifestazioni ad altissimo costo. Le feste di Natale devono essere evocatrici soprattutto della tradizione e dello stare in famiglia. Ed è da questo che siamo voluti partire, tant’è vero che la nostra città – ha aggiunto l’On. Santelli – è  stata allestita in questi giorni quasi come fosse una casa. Il resto lo farà la partecipazione, di tutta la città e di tutti i quartieri, nessuno escluso. Ogni quartiere, infatti, avrà il suo albero di Natale, perché il Natale deve essere la festa di tutti ed il Comune sarà a disposizione dei cittadini, dei bambini, delle parrocchie. Al di là dell’austerity del momento, il nostro obiettivo è quello di riuscire a creare un momento di comunione e di solidarietà.”

di Redazione | 10/12/2011

Pubblicità

Lavoratori Sial in stato di agitazione

Longobucco: Lavoratori Sial in stato di agitazione

Cosenza, 10/12/2011
di Francesco Madeo

Affittasi appartamento Via Nazionale (banner 300x170) vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2021 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it