We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - I Verdi di Rossano nel direttivo nazionale del neo partito ambientalista italiano “Ecologisti e Reti Civiche-Verdi Europei”


“Un’altra Italia è possibile!”. E’ questo lo slogan che ha segnato l’assemblea costituente che si è svolta lo scorso week end  a Roma, nella quale, dall'unione di Abbiamo un sogno, Verdi, Costituente ecologista e Sindaci della buona amministrazione , è nato il nuovo soggetto politico ambientalista italiano : “Ecologisti e Reti Civiche-Verdi Europei” . Nella due giorni (26 e 27 novembre) sul palco del teatro “Vittoria” – riferisce tetualmen te una nota dei Verdi di Rossano - si sono alternati , tra gli altri, tante  personalità   di rilievo del mondo dell’ambientalismo internazionale, della scienza ,dello spettacolo e della della cultura, tra i quali:  Daniel Cohn-Bendit il leader dei Verdi Europei, la scrittrice Dacia Maraini, il geologo Mario Tozzi e  tanti altri. I personaggi intervenuti hanno trattato diversi temi, tra i quali: green economy per nuove occupazioni, istruzione ricerca  cultura, energie pulite, cambiamenti climatici e rifiuti zero ,dissesto idrogeologico –causa di tanti disastri in questo periodo-, alla riduzione del debito pubblico, Welfare e nuovi diritti, tagli alle spese militari, mutui agevolati per i giovani, 1000 nuovi parchi urbani, città a misura di bambini e anziani, l'abbattimento delle barriere architettoniche, la reintroduzione delle detrazioni del 55% per ridurre i consumi energetici e per il rilancio dell'edilizia sostenibile. La molteplicità e varietà degli argomenti trattati dimostra come la difesa dell’ambiente e i principi ecologisti abbraccino concetti molto più ampi di quelli a cui siamo abituati e che non si può parlare dell’uno senza chiamare in causa l’altro. Ecologisti e Civici –Verdi Europei si propone un altro (o meglio “alto”)modo di intendere la politica che sia oltre che ecologista, attenta a tutte le questioni sociali , partecipativa e  democratica  (sono un esempio le primarie per la scelta del simbolo che abbiamo organizzato anche qui a Rossano), rispettosa della parità tra uomo e donna nella vita e nei ruoli  istituzionali  (i  due portavoce nazionali  infatti saranno un uomo e una donna scelti nelle primarie che si svolgeranno il 21 e 22 aprile prossimo), una politica che incarna in tutti gli aspetti l’idea del cambiamento; un cambiamento che si riflette anche nel ruolo da protagonisti attribuito ai giovani nell’ambito della struttura organizzativa del partito. A tal proposito l’assemblea romana è stato un memorabile appuntamento per i Verdi di Rossano, ai quali, per l’impegno profuso  e le iniziative intraprese in questi anni per il territorio, sono stati riconosciuti ambiziosi ruoli a livello nazionale nella struttura politica e organizzativa del neonato partito, attraverso la nomina – prosegue testualmente la nota stampa - di Elisa Romano  a componente dell’Assemblea Federale nazionale  e di Alfonso Cetera ed Erika Pugliese a membri del direttivo nazionale dei Giovani Verdi. Infine, è bene chiarire che come affermato più volte anche da Angelo Bonelli,  portavoce nazionale del partito dei Verdi e che è tra i  promotori del processo costituente Ecologisti Reti civiche Verdi Europei, non vuole essere la rifondazione dei Verdi, ma la nascita attraverso un’ organizzazione federativa, di  una nuova forza ecologista civica e verde che sarà collegata alle dimensioni dei Verdi Europei  che si ispira  ad Europe Ecologie, la formazione lanciata in Francia da Daniel Cohn-Bendit e che ha raccolto il 16% dei consensi.

di Redazione | 01/12/2011

Pubblicità

Nuovo libro Francesco Russo (autore) Sulle sponde opposte del fiume bcc mediocrati x50 vendesi tavolo da disegno studio sociologia


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2021 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it