We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Il Museo della liquirizia “Giorgio Amarelli” celebra i primi dieci anni di vita con un evento culturale


di PIER EMILIO ACRI – Quella odierna, sabato 26 novembre, certamente rimarrà una data di rilievo per la storia di Rossano. Infatti, alle ore 11 avrà luogo l’evento culturale denominato “Un’impresa del Mezzogiorno fra tradizioni e rivoluzione energetica”, curato dal Museo della Liquirizia “Giorgio Amarelli”, che nell’occasione celebrerà i primi dieci anni di attività con l’inaugurazione della “Galleria della modernità”, che si aggiunge a quella del “Passato” e con un convegno inserito nella Settimana della Cultura d’Impresa voluta da Museimpresa. L’incontro si terra  nel Complesso “Concio Amarelli”,  nell’omonima contrada allo Scalo di Rossano e sarà qualificato dai saluti dell’arcivescovo di Rossano-Cariati S.E. mons.Santo Marcianò e del sindaco Giuseppe Antoniotti e dagli interventi dei professori Giulio Pane dell’Università di Napoli “Federico II” e di Ugo Bilardo dell’Università “La Sapienza” di Roma.  Il Complesso “Concio Amarelli”  rappresenta una sorta di anello di congiunzione tra passato, presente e futuro di un’industria della liquirizia che vede da secoli protagonisti gli Amarelli di Rossano. Tale attività, fiore all’occhiello della Calabria operosa, è descritta nel grande spazio del “Concio Amarelli” con  un’opera di pensiero che, partendo dalla fabbrica di liquirizia vera e propria, nel cui cortile spiccano antichi macchinari, si sviluppa  all’interno dell’edificio e nella fattispecie  nel prestigioso Auditorium “Alessandro Amarelli”, sede di iniziative culturali, ove è allestita la Mostra permanente di documenti dell’Archivio Amarelli, curata in simbiosi con la Soprintendenza Archivistica per la Calabria e l’Archivio di Stato di Cosenza, i cui funzionari stanno elaborando un inventario dell’Archivio Storico - che verrà presentato a dicembre - afferente a documentazione che va dalla prima metà del XV secolo fino al XX.  A conclusione del percorso si trova il Museo della Liquirizia “Giorgio Amarelli”, gratificato nel 2001 con  il Premio “Guggenheim”. E’posto  al piano terra del’antico palazzo, memoria storica pulsante di una singolare esperienza imprenditoriale e di un prodotto, la liquirizia, intimamente legati entrambi alla storia del territorio.

di Redazione | 26/11/2011

Pubblicità

Affittasi appartamento Via Nazionale (banner 300x170) vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2021 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it