We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Sezze (Latina) - Dopodomani presentazione del libro“Una lunga incomprensione. Pasolini tra destra e sinistra” di Adalberto Baldoni e Gianni Borgna


Continuano gli incontri con i “Venerdì Letterari al Museo Archeologico”. Venerdì 25 novembre, alle ore 17.00, sarà la volta del libro “Una lunga incomprensione. Pasolini tra destra e sinistra” di Adalberto Baldoni e Gianni Borgna, con la prefazione di Giacomo Marramao. L’evento sarà presentato da Rino Caputo, Angelo Favaro e Salvatore La Penna, mentre coordinerà gli interventi Giov. Battista Giorgi. Le letture dei brani è affidata a Alessandro Grossi e Emiliano Campoli. L’opera è articolata in due parti: nella prima Gianni Borgna ripercorre le tappe fondamentali della vita di Pier Paolo Pasolini, descrivendo le opere sia letterarie che cinematografiche e il suo rapporto con gli esponenti della sinistra dell’epoca; nella seconda Adalberto Baldoni svela il rapporto di Pier Paolo Pasolini con la destra, riportando testimonianze inedite della sua vita e di coloro che hanno parlato con Pasolini poche ore prima che facesse salire nella sua auto il ragazzo che potrebbe essere stato utilizzato come esca nell’agguato mortale del 1975. Nel volume figurano anche, documenti originali ed immagini inedite dell’epoca. Gli incontri con gli autori de “I Venerdì Letterari” sono ideati ed organizzati dal Dirigente dei Servizi Culturali Piero Formicuccia e dal Direttore del Museo Archeologico Giuseppe Anelli.  

di Redazione | 23/11/2011

Pubblicità

Affittasi appartamento Via Nazionale (banner 300x170) vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 bcc mediocrati x50


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2021 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it