We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cosenza (Cosenza) - Riconversione Centrale Enel di Rossano, il pensiero positivo di Confindustria


Il progetto integrato policombustibile per la riconversione della Centrale di Rossano, proposto dall’Enel, viene valutato con grande interesse da Confindustria Cosenza. L’utilizzo di carbone, gas metano e, nelle quantità possibili biomasse e solare termodinamico, scaturisce da una puntuale valutazione tecnica sviluppata dall’Enel, che sembra attenta ai costi, alla effettiva e differenziata disponibilità delle fonti, alla facilità e non pericolosità di trasporto e soprattutto alla minimizzazione dell’impatto ambientale. Quest’ultimo requisito è ottenuto sia mediante la combustione in impianti tecnologici ad alto rendimento che consentono di produrre più elettricità con minore utilizzo di combustibile, sia  utilizzando impianti di trattamento fumi ad alta efficienza che consentono un forte abbattimento delle emissioni ben al di sotto dei limiti di legge. Enel evidenzia, inoltre, che nel progetto presentato, per la movimentazione e lo stoccaggio dei materiali, viene garantito l’uso delle più moderne tecnologie collaudate in alcuni dei più avanzati paesi mondiali ed attualmente applicate nella centrale Enel di Torvaldalica Nord (Civitavecchia) e previste nella centrale di Porto Tolle. In particolare, il carbone sarà approvvigionato via mare, con le navi che si fermeranno a circa 5 Km dalla costa assistite da navette autocaricanti ed autoscaricanti; queste porteranno a terra il carbone senza dispersioni di polveri o materiale e senza consentire visibilità del prodotto; lo scarico dello stesso avverrà su nastri in tunnel che  lo trasferiranno alla centrale. Il tutto avverrà utilizzando la tecnologia del sottovuoto in maniera tale da impedire ogni dispersione indesiderata e mediante l’impiego di un molo di dimensioni tali da garantire il minor impatto visivo possibile, compatibile con quello di un molo di tipo turistico. In merito all’impatto visivo, dalle simulazioni fotografiche realizzate, il nuovo impianto appare fortemente migliorativo, considerato che è prevista la demolizione delle tre attuali ciminiere (alte fino a 200 m) a favore della realizzazione di una unica, di altezza adatta a garantire l’efficace dispersione dei fumi, pronta ad essere adattata alla futura situazione di cattura delle emissioni di anidride carbonica. “In un momento di difficoltà economica come è quello che si sta attraversando ed in cui la capacità di produrre energia assume assoluta rilevanza strategica –ha detto il Presidente di Confindustria Cosenza Renato Pastore- l’investimento previsto per la riconversione della centrale di Rossano, purché avvenga nel massimo rispetto dell’ambiente e della salubrità dei luoghi, può servire anche a conservare sul territorio la presenza di una delle più grandi aziende del settore elettrico a livello mondiale”. “La previsione di mille200 milioni di euro da investire in cinque anni sul territorio – continua il Presidente Pastore- con una occupazione media dichiarata di 750 addetti, una punta di mille500 ed una ulteriore previsione di 170 unità occupate direttamente a regime, merita il dovuto rispetto ed una valutazione puntuale, attenta ed accurata“. “Quello che serve –ha concluso il presidente di Confindustria Cosenza Renato Pastore- è la istituzione di un tavolo tecnico di confronto tra gli Enti, le Organizzazioni sindacali e di categoria, i ittadini interessati e l’Enel che, rifuggendo da posizioni preconcette ed aprioristiche sappia valutare al meglio il progetto secondo quelli che sono le necessarie garanzie per la tutela dell’ambiente, gli interessi generali e complessivi del territorio e della comunità locale”.

di Redazione | 10/05/2010

Pubblicità

Settimana missionaria in Città

Cariati: Settimana missionaria in Città

Cosenza, 10/05/2010
di Redazione

8TJ: Sibaritide unita nell’Europa

Rossano: 8TJ: Sibaritide unita nell’Europa

Cosenza, 10/05/2010
di Redazione

Convocazione Conferenza stampa Idv

Cosenza: Convocazione Conferenza stampa Idv

Cosenza, 10/05/2010
di Redazione

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it