We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Rossano (Cosenza) - Oggi la quarta Festa giovani della Diocesi


Oggi, domenica, 9 maggio, la 4a  FESTAGIOVANI diocesana dal tema: “Ho una bella notizia! io l’ho incontrato…” Nell’ambito della pastorale vocazionale e giovanile, condotta dal Centro Diocesano Vocazioni, dall’Ufficio di Pastorale Giovanile e dal Seminario Arcivescovile, questo appuntamento rappresenta il culmine, come ogni anno, di un iter formativo vissuto insieme ai giovani della diocesi. Le tappe di questo cammino – riferisce testualmente una nota del direttore dell’Ufficio comunicazioni della Diocesi, Antonio Capano -  sono state: la prima Giornata di Spiritualità dei Giovani, svoltasi nell’avvento 2009 a Cariati; la seconda, tenutasi durante la Quaresima 2010 a Rossano; la Giornata Mondiale dei Giovani in diocesi, la domenica delle Palme (28 marzo); gli incontri con i gruppi giovanili delle parrocchie e con gli alunni delle scuole superiori. La Festa si svolgerà a Rossano e Corigliano, oggi, domenica 9 maggio ed il tema riprende quello della 47a Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni, celebrata dalla Chiesa Universale lo scorso 25 aprile. I giovani di tutta le diocesi si ritroveranno stamattina presso il rione Traforo di Rossano per l’accoglienza. A seguire l’animazione lungo la strada che porta alla Cattedrale, dove si avrà la possibilità di ascoltare la testimonianza del dott. Giuseppe Noia (ginecologo del Gemelli) e di Carlo Castagna (come si ricorderà perdonò gli assassini che sterminarono la sua famiglia). Questi testimoni aiuteranno i giovani a riscoprire il valore della vita, dal primo istante del suo concepimento, fino al suo naturale spegnimento. Inoltre saranno aiutati a comprendere come il valore della vita va difeso con coraggio e con gesti che si muovano sulla linea del perdono. La vita, inoltre, ha senso se è caratterizzata anche dall’accoglienza dell’altro, dello straniero, considerato come fratello, quindi come dono di Dio. Dopo la testimonianza del dott. Noia e di Carlo Castagna, l’Arcivescovo aiuterà ad interiorizzare quanto ascoltato attraverso l’adorazione eucaristica. Subito dopo presiederà la Santa Messa. Nel pomeriggio sono in programma momenti di confronto nei gruppi di lavoro, sui diversi aspetti della tematica principale (nascita, fanciullezza, giovinezza, età adulta ecc …) e in ordine ai differenti ambienti in cui si è chiamati come giovani a vivere e operare (scuola, parrocchia, piazza, luoghi di sofferenza, mass media ecc …). Successivamente si svolgeranno attività ludiche con giochi comunitari nel centro storico di Rossano, allo scopo di coinvolgere i giovani “lontani” dalla vita ecclesiale, e per invitarli a partecipare alla serata artistico-musicale, che quest’anno si svolgerà presso lo stadio comunale “Brillia” di Corigliano con inizio alle ore 20.00. Grande è l’attesa per l’esibizione di Alex Britti. Ci sarà il gruppo musicale Lost, molto noto ed amato dai giovanissimi. Ed ancora Matteo Macchionni e il maestro Sergio Lastella. Spazio pure per alcuni brani proposti dall’Orchestra del Conservatorio di Cosenza, diretta dal maestro Sivo.La presentazione è affidata ad Arianna Ciampoli (nota conduttrice) e Luca Ward. Il tutto intervallato da alcune testimonianze tra le quali quelle dell’attrice Beatrice Fazi, dello stesso Carlo Castagna, di Giovanni Paolo Romanda, Responsabile della Comunità Papa Giovanni XXIII e di un giovane musulmano, accolto dalla comunità dei salesiani di Corigliano, che parlerà di come è possibile vivere alla luce della gratuità, del rispetto reciproco del proprio credo religioso e della interculturalità; Curatore generale dell’evento serale è Francesco Porcelli, direttore delle produzioni di TV 2000. Ha lavorato per Rai, Endemol e Mediaset. Nell’occasione presta gratuitamente la sua opera in quanto simpatizzante della terra calabra e dell’Arcivescovo Marcianò. Crede altresì in un evento di così alto spessore che coinvolge il mondo giovanile. Basti pensare che lo scorso anno allo stadio di Rossano per la serata erano presenti ventimila giovani.   Dichiarazione dell’Arcivescovo, mons. Marciano’ L’iniziativa vuole coinvolgere i giovani ed aggregarli. E’ importante che i giovani si interroghino. Credo che la Chiesa abbia il compito di annunciare il senso della vita dell’uomo. E’ fondamentale che i nostri giovani si incontrino con gli altri che sono ancora alla ricerca. Quando c’è una bella notizia, il nostro cuore si riempie di gioia e tutti abbiamo bisogno di gioia; per questo dobbiamo annunciarla. La bella notizia, in questo caso, riguarda un incontro. Quante volte un semplice incontro ci cambia la vita! E, quando accadono incontri così, oltre a provare felicità sentiamo anche il desiderio profondo di comunicarlo a qualcuno, qualcuno a cui vogliamo bene e che potrà gioire con noi. Al mattino, nella Cattedrale di Rossano, avremo modo di meditare sulla nostra vita, su quale sia la bella notizia che attendiamo per essa – aggiunge il presule - ma anche su quale sia l’incontro che può cambiarla veramente e gioiosamente. “Carissimi giovani – scrive mons. Marcianò in una lettera di invito - io vi voglio bene e voglio comunicarvi la bella notizia dell’incontro con Gesù, il Figlio di Dio: è Lui che ci dona la gioia più profonda e risponde ai nostri desideri più veri. Solo con Lui possiamo avere quell’incontro che veramente cambia la vita”.

di Redazione | 09/05/2010

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it