We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Castrovillari (Cosenza) - “L’INTERVENTO” Piano ridimensionamento scolastico, il presidente del Distretto N° 19, Giovanni Donato prospetta la nuova "geografia" scolastica


Dal professor Giovanni Donato, Presidente - Commissario straordinario del Distretto scolastico N. 19 di Castrovillari, riceviamo e pubblichiamo la seguente nota stampa: << Il D.L. n° 98 del 6 luglio 2011, convertito con modificazioni dalla legge del 15 luglio 2011 n°111 e la legge n° 148 del 14 settembre 2011 impongono notevolissime restrizioni al mondo dell’ Istruzione e, soprattutto, obbligano le Istituzioni Pubbliche ad effettuare notevoli tagli agli Organismi dirigenziali delle varie Scuole che, poi, incidono sui livelli occupazionali del Personale ausiliario, tecnico ed amministrativo.  Entro al fine dell’anno le Province e le Regioni dovranno approvare questo ulteriore, doloroso, piano di ridimensionamento che colpirà, in modo particolare, i piccoli comuni che si vedranno costretti ad accorpare le loro Scuole nei cosiddetti “ Istituti Comprensivi”, mettendo insieme più Istituzioni scolastiche, anche di paesi diversi che avranno un unico Dirigente Scolastico ed un solo Direttore Amministrativo, con la conseguente perdita di numerosi posti di lavoro! Il Distretto Scolastico n° 19, in riferimento alle sue competenze, ha elaborato, insieme a tutti i Sindaci ed i Dirigenti Scolastici, all’unanimità, una proposta di dimensionamento, che ha contemplato il rispetto della legge e la salvaguardia dell’occupazione, da presentare, poi, dopo l’inserimento della stessa nelle  delibere degli Enti locali interessati, alla provincia di Cosenza per il definitivo sigillo. Potremmo, così, riassumere la nuova “ geografia” scolastica distrettuale: a) Istituto comprensivo denominato “  Polo Arbëresh “ comprendente i Comuni di Acquaformosa, Civita, Firmo, Frascineto, Lungro, San Basile ; b) Istituto Comprensivo comprendente i Comuni di Laino Borgo, Laino Castello, Mormanno, Papasidero ; c) Istituto Comprensivo comprendente i Comuni di Morano Calabro e Saracena; d) autonomia, a Castrovillari, del Liceo Scientifico “ E. Mattei”; dell’ITIS “ E. Fermi” ; del Liceo-Ginnasio “ G. Garibaldi” più l’Istituto d’Arte ; dell’IPSIA “ L. Da Vinci”; dell’Istituto Alberghiero “ K. Woitiwa” ; dell’Istituto Tecnico Commerciale “ Pitagora” e per Geometri “ F. Calvosa” ; e) aggregazione, sempre a Castrovillari, in tre Istituti comprensivi, delle Scuole dell’Infanzia, Scuole primarie, Scuole Secondarie di primo grado, con l’ istituzione di una nuova Scuola Media, per interderci !  Per la Città questa sarà una vera e propria novità, dato che la legge attuale prevede la scomparsa degli attuali Circoli didattici e l’aggregazione di scuole materne, elementari e medie, laddove è possibile, in uno o più Istituti. Le motivazioni presentate a sostegno della costituzione di tre istituti comprensivi, sono oggettivamente condivisibili in quanto: la popolazione scolastica degli alunni frequentanti il primo ciclo d’istruzione nella città di Castrovillari ha assunto, nel corso degli ultimi anni, un trend stabile, attestandosi complessivamente sui  2200 alunni ; un numero complessivo di circa 2200 alunni consente, nel rispetto di quanto previsto dal comma 4 dell’art. 19 della legge 11/2011, la costituzione di  tre istituti comprensivi che, per almeno un quinquennio, avranno oltre 700 alunni ciascuno, ben oltre il numero minimo di 500 alunni previsti dalla citata legge per i comuni montani come Castrovillari; la gestione di un’ istituzione scolastica con oltre 700 alunni di tre diversi ordini di scuola, sia sotto l’aspetto pedagogico che amministrativo, è sicuramente meno complessa rispetto al quella di due maxi istituti con 1100 alunni cadauno, soprattutto se dislocati su più plessi, con evidenti vantaggi anche sull’azione didattica, poichè la stessa è fortemente connessa sia al coordinamento che il Dirigente scolastico  esercita nell’ambito della gestione unitaria della scuola sia all’azione amministrativa che, di quella didattica è interfaccia necessario ed indispensabile; tre istituti comprensivi, infine, manterrebbero i livelli occupazionali attuali, senza la perdita di posti di lavoro tra il Personale dirigenziale, Docente ed Ata>>.  Prof. Giovanni Donato – Presidente - Commissario straordinario Distretto scolastico N° 19

di Redazione | 18/10/2011

Pubblicità

Nuovo libro Francesco Russo (autore) Sulle sponde opposte del fiume bcc mediocrati x50 vendesi tavolo da disegno studio sociologia


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2021 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it