We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Crosia (Cosenza) - Vendita terreni demaniali comunali, “La Svolta” critica le scelte del Sindaco


di ANTONIO IAPICHINO - Il Movimento civico “La Svolta” ritorna ad attaccare le scelte del Sindaco Gerardo Aiello. Oggetto di discussione sono i terreni demaniali comunali: <<La decisione di Aiello di vendere anzi “svendere“ i terreni del demanio comunale sul litorale “Centofontane” è una vera e propria scelta scellerata che per il momento è stata fermata grazie al gruppo di opposizione in Consiglio comunale “Insieme per governare” e al suo capogruppo Antonio Russo, che è riuscito, nel Consiglio comunale del 23 settembre scorso, a convincere, con le sue argomentazioni, alcuni consiglieri di maggioranza (che noi per il momento definiamo “I responsabili”) i quali hanno manifestato il loro disappunto in una riunione di maggioranza e successivamente, al momento della votazione, hanno fatto ritirare la proposta al sindaco Aiello>>. Esordisce in questi termini una nota de La Svolta, per sottolineare il proprio disappunto sull’argomento. A giudizio del Movimento civico è <<una scelta, quella di “svendere“ il patrimonio comunale di tutti i cittadini che consideriamo “folle”, visto che la proposta è sostenuta proprio dal sindaco Aiello, che in passato  si è autodefinito “paladino“ della difesa dei beni demaniali e che ieri, ma non oggi, sosteneva che bisognava demolire i fabbricati privati  sul demanio per restituire il mare ai cittadini. Ora invece vuole vendere il demanio comunale sul lungomare per darlo in mano ai privati. Ma dov’è finita la coerenza?>>. Secondo “La Svolta” <<questo sindaco, senza programmazione, e distante dai problemi dei cittadini, non solo non ha prodotto alcunché, in due anni e mezzo di mandato, ma ha portato Crosia e la sua parte più importate, Mirto, al degrado civico, sociale e ambientale. Ma il solo far niente non gli e’ bastato>>. E commenta: <<Dopo aver sottratto ai bambini di Mirto la palestra della scuola primaria per trasformarla in “pala…. “ non si sa di che, ci saremmo aspettati  che  il buon senso lo avrebbe indotto a desistere nell’opera di impoverimento del patrimonio comunale>>. E La svolta mette in risalto che <<adesso è in procinto di disfarsi, per sempre, a prezzi ridicoli (45,00 euro al metro quadrato) anche dei terreni comunali del lungomare>>. A parere  del comitato civico <<è ora di finirla. Non si può continuare a calpestare la dignità dei cittadini che gli hanno dato fiducia affidandogli i beni della comunità>>. E conclude: <<Crosia e Mirto sono stanchi e se gli rimane un po’ di amore verso il proprio paese allora togliesse il disturbo, prima di arrecare ulteriori danni>>.

di Redazione | 14/10/2011

Pubblicità

vendesi tavolo da disegno Il libro mio amico 2019 studio sociologia bcc mediocrati x50 cinema teatro sanmarco rossano


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2019 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it