We're sorry but our site requires JavaScript.

 


Cosenza (Cosenza) - Il Conservatorio alla Casa della Musica: la parola che suona. 3 melologhi di Ferenc Liszt


Il Conservatorio di Cosenza ha avviato la  celebrazione del bicentenario della nascita di Ferenc Liszt con concerti che sono stati tenuti nella scorsa primavera. Ora prosegue, sempre alla Casa della Musica, con una serata dal titolo “La parola che suona”, in cui si coniugano  testo verbale e testo musicale,  recitazione  ed esecuzione strumentale. L’attrice Maria Luisa Bigai e la pianista  Ilaria Ganeri eseguiranno   tre melologhi: Traulige Mönch  (Il monaco triste), ballata di Nicolaus Lenau, e Lenore, ballata di Gottfried August Bürger,  che Liszt rivestì di musica nel  1860; Des toten Dichters Liebe (L'amore del poeta morto), poesia di Moritz Jòkai musicata dal compositore ungherese nel 1874. La traduzione dal tedesco è di Libero Francesco Bruno, l’adattamento metrico di Maria Luisa Bigai e Ilaria Ganeri. Il progetto nasce dalla collaborazione fra le cattedre di Lettura della partitura (docente Fiorella Sassanelli), di Pianoforte (Ilaria Ganeri) e di Arte scenica (Maria Luisa Bigai), che nell’ultimo anno accademico hanno attivato un laboratorio teorico/pratico di ricerca e sperimentazione sul melologo, un tipo di repertorio molto singolare e poco conosciuto. «La sonorità della parola- scrivono le docenti- le sue potenzialità ritmico/intonative all'interno di spartiti musicali, ove la musica asseconda ed espande i significati poetici e/o drammatici e la struttura sonora del verso, sono l'oggetto principale di questa forma d’arte che ebbe ampio sviluppo a partire dal Settecento». L’appuntamento è fissato per martedì 20 settembre alle ore 20.30 alla Casa della Musica in piazza Amendola (adiacente al Cinema Italia). L’ingresso è libero.   Seguono curricula delle artiste.   Maria Luisa Bigai Laurea in Recitazione e Laurea in Regia dell'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica “Silvio D'Amico” di Roma. Quale attrice e regista ha lavorato in Italia presso prestigiose istituzioni quali Teatro di Roma, Teatro Stabile di Torino, Teatro Stabile di Catania, circuito ATAM, Teatro Libero di Palermo, etc e all'estero a Parigi (Francia), Lisbona (Portogallo), Buenos Aires (Argentina), Rio de Janeiro (Brasile), varie città degli Stati Uniti e New York (qui venendo inserita nel prestigioso “100 best theater yearbook” di J.Jenkins), Toronto Waterloo e Calgary (British Canada), Utrecht (Olanda), Nicosia (Cypro), Esbjerg (Danimarca), Tromso (Norvegia) etc. Si occupa di formazione ad ampio spettro: nei Conservatori di Musica di Stato (dal 2000 docente di Arte Scenica e da   4 anni Coordinatore del Dipartimento di Canto e Teatro Musicale del Conservatorio di Musica “S. Giacomantonio” di Cosenza); e collaborando con altre istituzioni prestigiose quali ETI (Ente Teatrale Italiano) e Accademia Nazionale d'Arte Drammatica “S. D'Amico” di Roma. Ha fondato musamoi per produrre e promuovere la propria ricerca artistica (www.musamoi.com). È fra gli ideatori e fondatori della manifestazione storica dell'Estate Romana Fontanonestate, che ha co-diretto per 15 anni. Ha ricevuto il premio Fiuggi-Europa alle Fonti, il premio Fondi la Pastora e il premio Provincia di Agrigento per la Regia; il premio Montale per la silloge False Partenze, ed. Scheiwiller; la Menzione di Merito al Premio Lorenzo Montano/Biennale di Poesia di Verona 2008 per la raccolta le Tracce del Viaggio. Ha pubblicato saggi brevi e rime sparse.

di Redazione | 18/09/2011

Pubblicità

Nuovo libro Francesco Russo (autore) Sulle sponde opposte del fiume bcc mediocrati x50 vendesi tavolo da disegno studio sociologia


Testata Giornalistica - Registrazione Tribunale di Rossano N° 01/08 del 10-04-2008 - Nessun contenuto può essere riprodotto senza l'autorizzazione dell'editore.

Copyright © 2008 - 2021 Ionio Notizie. Tutti i diritti riservati - Via Nazionale, Mirto Crosia (CS) - P.IVA: 02768320786 - Realizzato da CV Solutions

Ogni forma di collaborazione con questo quotidiano on line è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita - E-mail: direttore@ionionotizie.it