Prima Pagina

PERUGIA 16-03-10

Il sindaco in visita alle scuole di Mugnano e SantEnea, dopo i danni alle strutture scolastiche causati dal terremoto dello scorso 15 dicembre


 
Il sindaco Wladimiro Boccali ha visitato, le strutture scolastiche di Mugnano e SantEnea, danneggiate dal terremoto dello scorso 15 dicembre e le nuove strutture provvisorie. Con lui era presente anche lassessore allEdilizia scolastica, Monia Ferranti, dirigenti del Comune, altri rappresentanti istituzionali, dei genitori e i presidenti di pro loco. E stato fatto il punto sui lavori in corso e su quelli in programma. Dopo gli eventi sismici, infatti, - riferisce testualmente una nota dell’Ufficio stampa del Comune di Perugina -  si era reso necessario individuare nellimmediato, in accordo con i dirigenti scolastici, una collocazione alternativa e temporanea alle strutture scolastiche, assicurando, così, la continuità del servizio pubblico delle scuole dellinfanzia di SantEnea e di Mugnano e della scuola primaria di Mugnano. La prima tappa è stata alla scuola dellinfanzia di SantEnea. Si tratta di una sezione di 27 bambini. Attualmente è stata sistemata presso ledificio sede della scuola dellinfanzia di San Martino in Colle. Contemporaneamente, è stata individuata unaltra soluzione per una successiva ricollocazione della scuola a SantEnea. LAmministrazione ha individuato e reperito in affitto alcuni locali in via dei Bastai, nelle vicinanze delledificio scolastico comunale attualmente inagibile. I tecnici comunali, già in precedenza avevano giudicato i locali idonei. Si è, però, reso necessario procedere con alcuni lavori di rifunzionalizzazione. Il 18 febbraio scorso è stato siglato tra la proprietà delledificio e il Comune un verbale di presa in consegna dei locali da parte dellAmministrazione e di autorizzazione allesecuzione degli interventi necessari, in attesa della stipula di un apposito contratto di locazione. Il progetto esecutivo dei lavori, per un importo di euro 22.500, è stato approvato e appaltato lo scorso 2 marzo; la conclusione dei lavori è prevista per la fine del mese di marzo. I lavori consistono nella demolizione di alcuni fondelli, nella realizzazione di due servizi igienici per gli alunni e per il personale, nelladeguamento dellimpianto elettrico e dellimpianto di riscaldamento alla nuova distribuzione interna e alla normativa vigente e nella modifica di alcuni infissi. Successivamente il sindaco e lassessore hanno fatto visita alla pro loco di SantEnea dove erano presenti anche alcuni genitori e residenti della zona. Il sindaco ha riconfermato limpegno dellAmministrazione comunale a trovare soluzioni condivise, ma è stata anche ribadita la necessità che il governo stanzi i fondi necessari alla ristrutturazione degli edifici scolastici originari. Quindi è stata visitata la scuola dellinfanzia di Mugnano (due sezioni per complessivi 44 bambini) temporaneamente spostata presso ledificio sede della scuola dellinfanzia di Fontignano, il tutto nellambito del medesimo 7° circolo didattico. Si è anche reso necessario lo spostamento di arredi e attrezzature scolastiche e la riorganizzazione dei servizi di trasporto e refezione. Anche in questo caso, si sta lavorando a soluzioni alternative. In particolare al ripristino di una parte delledificio originario. Solo una porzione della struttura infatti era stata dichiarata inagibile dopo il terremoto. Da qui, la decisione di ricollocare le attività delle due sezioni di scuola dellinfanzia in una delle parti agibili. Sono in corso dopera i lavori di riorganizzazione e rifunzionalizzazione degli spazi, consistenti nella realizzazione di servizi igienici, di idonee separazioni interne ed esterne tra la parti agibili e non agibili e di interventi di adeguamento degli impianti tecnologici. Limporto dei lavori ammonta a euro 14.000. Gli interventi sono iniziati lo scorso 18 febbraio e sono in fase di ultimazione. Verranno quindi concordate con la direzione scolastica le modalità di trasferimento delle sezioni e dei necessari arredi a attrezzature presso i locali di Mugnano. Infine, ultima tappa è stata alla scuola primaria di Mugnano (sette classi per complessivi 123 alunni) ricollocata presso il vicino edificio di proprietà della locale parrocchia. In proposito, sulla base di un apposito pre-accordo finalizzato alla stipula di un contratto di locazione tra le parti, erano stati eseguiti lavori di somma urgenza, per circa euro 55.000, durante le vacanze di Natale per rendere i locali funzionali allattività scolastica.