Prima Pagina

BENEVENTO 11-03-10

 Presentata la terza edizione del Festival di Primavera

E’ stata presentata questa mattina, presso l’aula consiliare di Palazzo Mosti, la terza edizione del “Festival di primavera: una finestra sulla danza”, rassegna organizzata dal Centro Studi Carmen Castiello, in collaborazione con il Comune di Benevento, la Provincia di Benevento ed il supporto di Art Sannio Campania.

Alla presentazione – riferisce testualmente una nota dell’Ufficio stampa del Comune di Benevento - sono intervenuti: Raffaele Del Vecchio, assessore alla Cultura del Comune di Benevento, Annachiara Palmieri, assessore provinciale alle Politiche Formative, Danilo Nicola De Luca, consigliere delegato del sindaco di Benevento, e Carmen Castiello, direttore artistico della rassegna.

Il consigliere, Danilo Nicola De Luca, consigliere delegato del sindaco di Benevento, ha voluto sottolineare il costante impegno dell’amministrazione comunale nel sostenere iniziative di qualità che riescano a portare in città “nomi di primissimo piano nel variegato panorama artistico italiano. Grazie all’impegno della scuola di danza di Carmen Castiello, il Festival di Primavera darà la possibilità ai nostri giovani ballerini di confrontarsi con alcuni tra i più bravi ballerini italiani. E’ una occasione formativa dunque e non soltanto una prestigiosa rassegna di spettacolo”.

Annachiara Palmieri, assessore provinciale alle Politiche Formative, ha invece voluto porre l’accento sulla scelta di inserire una mostra fotografica sulla storia della danza, all’interno del programma del festival. “Ricostruire la storia di una disciplina antichissima come il ballo – ha dichiarato l’assessore Palmieri – serve a mettere in risalto il significato antico della danza e lo straordinario aspetto storico di questa disciplina, un valore che troppo spesso sfugge”.

A seguire, Carmen Castiello, direttore artistico della rassegna, ha illustrato brevemente il programma della terza edizione del festival.

“La manifestazione, giunta alla terza edizione, che si terrà dal 18 al 20 marzo, – ha dichiarato l’organizzatrice Castiello, nel corso della conferenza stampa di presentazione - propone un programma ricco ed articolato tramite il quale la nostra città, tradizionalmente legata al teatro, possa scoprire una nuova e altrettanto nobile vocazione culturale, quella nei confronti della danza, in tutte le sue declinazioni.

In un fitto calendario che accompagnerà la tre giorni della kermesse, si susseguiranno dunque sia momenti eminentemente didattici, rivolti alle generazioni più giovani, sia spazi di confronto, conoscenza e spettacolo che potranno coinvolgere gli appassionati e non solo.

Il festival di quest’anno propone mostre, incontri e straordinarie prove d’artista. Tutti di primo piano, infatti, sono gli ospiti e gli eventi che faranno parte del festival: a curare i laboratori e i master class, presso il Centro Studi, saranno l’étoile Cristina Amodio, accompagnata al piano dal maestro Aniello Mallardo Chianese del Teatro San Carlo di Napoli e i coreografi Claudio Malangone e Mauro Astolfi, con la sua Spellbound Dance Company.

Nella cornice di Palazzo Paolo V avrà poi luogo la mostra fotografica “In cent’anni dei balletti di Diaghilev: verità e leggenda”. Una esposizione che conta ben 250 immagini, curata dal direttore del Museo Parigino di Roma Cesare Nissirio e dal critico e storico della danza Alberto Testa.

I ballerini Alessandro Macario e Carlo De Martino (Teatro San Carlo di Napoli) saranno invece protagonisti di una splendida “Serata di Balletto” e si potrà successivamente assistere alle messe in scena di “Legami - relazioni in diretta”, a cura della Compagnia Borderline Danza e della pluripremiata “Carmen” di Luciano Cannito, con un’intensa Rossella Brescia.

Infine, madrina di “Una Finestra sulla Danza” sarà Anna Razzi, direttrice della Scuola di Ballo del Teatro San Carlo di Napoli, a rinnovare l’auspicio di un’autentica primavera sulle punte per il nostro Sannio”.

La conferenza di presentazione è stata chiusa dall’intervento dell’assessore alla Cultura del Comune di Benevento, che ha voluto rimarcare il grande seguito che l’arte del ballo registra in città. “Una passione – ha detto Del Vecchio – testimoniata dal grande numero di scuole presenti e dal successo che il festival registra ogni anno. Purtroppo scontiamo, come città, la mancanza di un teatro moderno che ci possa consentire di ospitare i grandi eventi di balli o generi come il musical. Speriamo, da questo punto di vista, di riuscire ad avere nuovamente, e quanto prima, la disponibilità del Teatro Romano. Stiamo lavorando per avere la possibilità, come Comune, di occuparci direttamente della realizzazione del nuovo palco, che dovrebbe permetterci di recuperare un importante monumento ed un teatro ampio e di impareggiabile  fascino”.

 

Ecco, di seguito, il programma completo della manifestazione:

 

GIOVEDÌ 18 MARZO

 

Ore 15 - 16.30, Centro Studi Carmen Castiello

Laboratorio di danza contemporanea con il coreografo Claudio Malangone, direttore della Compagnia Borderline Danza

 

Ore 18, Palazzo Paolo V

Inaugurazione della mostra fotografica “In cent’anni dei balletti di Diaghilev: verità e leggenda”, a cura di Cesare Nissirio, direttore del Museo Parigino di Roma e di Alberto Testa, critico e storico della danza

Orari di apertura: 9-13 e 16-19

 

Ore 20.30, Teatro Comunale “Vittorio Emmanuele”

“Serata di Balletto”, con la partecipazione di Alessandro Macario e Carlo De Martino (Teatro San Carlo di Napoli)

 

 

VENERDÌ 19 MARZO

 

Ore 12, Centro Studi Carmen Castiello

Master class di laboratorio coreografico con Mauro Astolfi ed i ballerini della Spellbound Dance Company

 

Ore 14.30-16, Centro Studi Carmen Castiello

Laboratorio di danza classica per i corsi superiori, tenuto dalla danzatrice Cristina Amodio, accompagnata al piano dal maestro Aniello Mallardo Chianese (Teatro San Carlo di Napoli)

 

Ore16-17.30, Centro Studi Carmen Castiello

Laboratorio di danza classica per i corsi intermedi, tenuto dalla danzatrice Cristina Amodio, accompagnata al piano dal maestro Aniello Mallardo Chianese (Teatro San Carlo di Napoli)

 

Ore 18,30, Palazzo Paolo V

“In cent’anni dei balletti di Diaghilev: verità e leggenda” -Conferenza con Alberto Testa, critico e storico della danza

Introduce Rossella Del Prete, delegata alle Attività Culturali dell’Università del Sannio

Interviene Annachiara Palmieri, assessore alle Politiche Formative per la Provincia di Benevento

Ospite d’onore Anna Razzi, direttrice della Scuola di Ballo del Teatro San Carlo di Napoli

 

Ore 20, Teatro Comunale “Vittorio Emmanuele”

“Legami - relazioni in diretta” di Claudio Malangone, con la Compagnia Borderline Danza

 

 

SABATO 20 MARZO

 

Ore10-11.30, Centro Studi Carmen Castiello

Master class con Claudio Malangone, direttore della Compagnia Borderline Danza

 

Ore 14.30-16, Centro Studi Carmen Castiello

Laboratorio di danza classica per i corsi superiori, tenuto dalla danzatrice Cristina Amodio, accompagnata al piano dal maestro Aniello Mallardo Chianese (Teatro San Carlo di Napoli)

 

Ore16-17.30, Centro Studi Carmen Castiello

Laboratorio di danza classica per i corsi intermedi, tenuto dalla danzatrice Cristina Amodio, accompagnata al piano dal maestro Aniello Mallardo Chianese (Teatro San Carlo di Napoli)

 

Ore 20.30, Teatro Massimo

“Carmen”, con Rossella Brescia

Regia e coreografia di Luciano Cannito

Musiche di Georges Bizet e Marco Schiavoni

Premio Danza & Danza Miglior Colonna Sonora Balletto

Premio Bucchi 2008 Miglior Coreografia

Premio Ginestra d’Oro 2009 Miglior Spettacolo